Sale ancora il contagio da coronavirus nell'area flegrea, una delle zone della provincia di Napoli più colpite dalla seconda ondata. Gli attualmente positivi sono 320 soltanto tra Pozzuoli, Quarto e Bacoli, le tre cittadine più grandi e ricettive delle zone. E il timore è che possano ulteriormente aumentare nelle prossime ore, nonostante gli inviti alla prudenza da parte dei rispettivi sindaci.

A Pozzuoli il coronavirus continua a far registrare i numeri più importanti. Altri 22 i casi di positività nelle ultime 24 ore, ed ora il totale è di 213 persone positive in città. Uno dei numeri più alti tra i comuni con capoluogo della Campania. E i casi si teme possano continuare a salire nelle prossime ore: da giovedì ad oggi, in sole 72 ore sono stati più di 50 i cittadini risultati positivi. "Se applichiamo bene le norme e se manteniamo comportamenti individuali e collettivi responsabili, possiamo superare questa seconda ondata", ha commentato il sindaco Vincenzo Figliolia, nel comunicare i 22 nuovi casi positivi ed i due puteolani guariti nelle ultime ore. "Sono convinto che la stragrande maggioranza dei puteolani si dimostrerà attenta per evitare scelte ancora più impattanti per tutelare la salute pubblica". Attualmente, a Pozzuoli ci sono 213 persone attualmente positive, che si aggiungono ai 157 guariti ed ai 13 decessi da inizio pandemia, che porta il totale dei casi registrati fino a 383, molti dei quali proprio in questa seconda ondata.

Non va meglio a Quarto, dove sono 11 i nuovi casi di coronavirus, che porta il totale a 73 casi attualmente positivi che si aggiungono ai 69 già guariti ed i 3 decessi registrati in città da inizio pandemia. Il sindaco Antonio Sabino ha invitato a sua volta i cittadini a tenere alta l'attenzione e mantenere un comportamento adeguato. Sale rapidamente il contagio anche a Bacoli: 8 i nuovi casi di positività nelle ultime ore, che portano il totale a 34 attualmente positivi, di cui tre ricoverati. Il sindaco Josi Gerardo Della Ragione ha quindi sottolineato anche qui l'importanza di mascherina e distanziamento sociale ai propri concittadini.