7 Settembre 2022
16:40

“Ci hanno derubati”, ma non è vero: avevano perso il macchinario e avevano paura del capo

Due impiegati hanno detto di essere stati rapinati di un costoso macchinario, ma non era vero: lo avevano perso e temevano ripercussioni dall’azienda.
A cura di Giuseppe Cozzolino
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Avevano denunciato di essere stati derubati di un prezioso macchinario aziendale, ma non era vero: in realtà lo avevano smarrito, e per evitare ritorsioni dall'azienda e dal proprio capo avevano detto di essere stati rapinati, andando perfino a sporgere denuncia ai carabinieri: e proprio questo dettaglio li ha traditi, perché gli agenti hanno scoperto che non era vero niente, denunciandoli anche per simulazione di reato.

La presunta rapina

Tutto è partito quando due impiegati di una società di telecomunicazioni si sono accorti di non trovare più una giuntatrice per fibra ottica, uno strumento che fonde assieme i cavi in fibra durante le installazioni delle reti internet domestiche e piuttosto costoso. Proprio per questo motivo, i due hanno temuto ripercussioni da parte del proprio responsabile, e così hanno preferito raccontare un'altra versione: quella della rapina. E così hanno chiamato, per rendere più credibile il tutto, i carabinieri di Cercola.

La scoperta e la contro-denuncia

I militari dell'Arma hanno così raccolto la denuncia: i due hanno raccontato di essere stati derubati a Piazza dei Martiri, nel cuore di Napoli. Un luogo dove la quantità di telecamere presenti è tale che per i carabinieri sono bastati pochi accertamenti per scoprire che i due non fossero mai stati rapinati. E così, messi alle strette, hanno ammesso di aver inventato tutto per coprire la scomparsa dello strumento, dal valore di circa mille euro, che avrebbero dovuto risarcire loro. Ora invece, oltre a dover comunque risarcire l'azienda, rischiano anche provvedimenti disciplinari, oltre ad aver avuto già una denuncia dagli stessi carabinieri per simulazione di reato.

Il narcos Imperiale come i produttori sudamericani: riforniva anche la 'ndrangheta
Il narcos Imperiale come i produttori sudamericani: riforniva anche la 'ndrangheta
Luci d'artista a Salerno, cade un palo della luce durante il montaggio
Luci d'artista a Salerno, cade un palo della luce durante il montaggio
Studentesse violentate all'Università, Borrelli:
Studentesse violentate all'Università, Borrelli: "Avevano paura di denunciare, abbiamo dato coraggio"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni