Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Utilizzava corrieri minorenni, tra cui suo figlio, per spacciare droga davanti agli istituti scolastici: per questo, un uomo di 41 anni è stato arrestato dai carabinieri a Santa Maria a Vico, nella provincia di Caserta. Ad arrestare l'uomo sono stati i militari dell'Arma della compagnia di Maddaloni, come disposto dal gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere su richiesta della Procura locale guidata da Maria Antonietta Troncone: le indagini di magistrati e carabinieri sono partite nel febbraio del 2019, quando il 41enne era stato fermato in auto e trovato in possesso di 7 stecche di hashish. L'attività investigativa, che si è avvalsa anche di intercettazioni, ha permesso di scoprire che l'uomo, al fine di evitare problemi con le forze dell'ordine, durante il trasporto in auto nascondeva la sostanza stupefacente addosso al figlio di 14 anni.

Gli obiettivi prediletti dal 41enne erano la scuola media Giovanni XXIII di Santa Maria a Vico e la scuola elementare Francesco Gesuè di San Felice a Cancello. Per non destare sospetti, per lo spostamento e la consegna dello stupefacente, il 41enne si serviva di due complici minorenni, tra cui spesso anche il figlio 14enne. Gli elementi raccolti a carico dell'uomo durante le indagini hanno spinto la Procura di Santa Maria Capua Vetere a disporre per lui la custodia cautelare in carcere.

A Castellammare di Stabia, nella provincia di Napoli, qualche mese fa i carabinieri scoprirono che un ragazzo minorenne, impiegato come garzone in un bar della zona, veniva impiegato come corriere della droga per non destare sospetti: il minore venne trovato in possesso di mezzo chilo di marijuana e denunciato, mentre un 28enne già noto alle forze dell'ordine finì in manette.