801 CONDIVISIONI
Coronavirus
27 Luglio 2021
12:43

Il record della Campania: ha vaccinato tutto il personale scolastico contro Covid-19

Obbligo di vaccino per il personale scolastico? La Campania è già al sicuro: secondo i dati del ministero dell’Istruzione siamo primi in Italia per vaccino (prima e seconda dose) a prof, amministrativi e personale degli istituti. Ma De Luca va oltre: “Senza immunizzare gli studenti non possiamo riaprire in presenza”.
A cura di Ciro Pellegrino
801 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

La Campania ha vaccinato tutto il personale scolastico con prima e seconda dose.  Il record regionale, più volte sottolineato dal presidente Vincenzo De Luca è stato confermato dal ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, dati alla mano. «Le regioni Friuli Venezia Giulia e Campania hanno già raggiunto il 100 per cento», conferma, parlando della proposta di obbligare, così come si fa col personale sanitario, anche il mondo della scuola, al vaccino anti-Covid19.

Oggi De Luca ha ribadito che oltre il personale scolastico ovvero prof., amministrativi e addetti all'istituto, se non si vaccinano tutti gli studenti, le scuole non riapriranno in presenza a settembre in Campania. «Siamo disposti a riaprire una settimana dopo a patto di vaccinare tutti» aveva detto ieri il presidente della giunta campana. La questione è già oggetto di scontro coi comitati di genitori no-Dad che nei mesi scorsi avevano dato filo da torcere alla Regione Campania a suon di ricorsi al Tar.

Oggi De Luca ribadisce, intervenendo all'inaugurazione del nuovo percorso archeologico d'epoca romana nel Rione Terra di Pozzuoli (Napoli):

Non c'è nessun obbligo a vaccinarsi, ma neanche a tenere le scuole aperte. Se in un istituto abbiamo solo il 10% di ragazzi vaccinati, è chiaro che si fa la Dad, non c'è niente da fare, non è che possiamo creare focolai con le nostre mani. L'obiettivo è aprire in presenza l'anno scolastico, ma occorre vaccinare tutti. Bisogna vaccinarsi, altrimenti noi le scuole non le apriamo.

Ma non penso che ci voglia molto a capirlo: occorre un impegno straordinario per consentire soprattutto ai ragazzi e alle ragazze di tornare finalmente a scuola e avere una vita tranquilla. Bisogna fare uno sforzo in più, noi apriremo quando saremo tranquilli.  Siamo a 330 positivi oggi.

801 CONDIVISIONI
27046 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni