“Da domani, 14 ottobre 2020, in tutta la città, presso le librerie convenzionate, le famiglie potranno utilizzare le cedole librarie per acquistare i libri di testo della scuola primaria”. Lo comunica il Comune di Napoli in una nota. Si sblocca, quindi, la vertenza tra Palazzo San Giacomo e i librai che ha tenuto congelate le cedole fino ad oggi a causa dei ritardi nei pagamenti dei rimborsi per il 2019 che in alcuni casi sono arrivati solo questo mese. L'accordo con le associazioni dei librai è stato raggiunto in un vertice in Municipio tenutosi ieri. Il Comune si è impegnato a saldare tutti gli arretrati e a pagare le nuove cedole anticipate dai librai a rate di 300mila euro al mese fino a febbraio 2021.

Il Comune: “Librai rimborsati con rate di 300mila euro al mese"

L'avvio delle cedole librarie 2020-2021 ha subito forti ritardi quest'anno, che è anche il primo della sperimentazione della procedura interamente online. “A pochi giorni dall’approvazione da parte della Giunta del Bilancio preventivo per il 2020 – spiega il Comune in una nota – è stato affrontato e risolto un problema posto da tante librerie che, in difficoltà causa – in particolare – il lockdown dei mesi scorsi, dichiaravano l’impossibilità di anticipare per lunghi periodi somme per consegnare alle famiglie i libri di testo della scuola primaria a fronte della presentazione della cedola libraria rilasciata dal Comune di Napoli. Settimane difficili per migliaia di famiglie che si sono riversate sui pochi librai che hanno continuato a garantire la fornitura senza altra richiesta.

Nell’incontro tenutosi presso la Sala Giunta nella tarda giornata di ieri, promosso dal Vice Sindaco ed Assessore al Bilancio, Enrico Panini, dall’Assessore alla Scuola, Annamaria Palmieri, con la presenza del Dirigente dell’Area, Giovanni Paonessa, è stata prospettata agli operatori presenti ed alle loro rappresentanze associative (Confcommercio e ALI , Associazione librai italiani ) la seguente ipotesi di pagamento: 1° gennaio 2020 – 12 ottobre 2020: saldo di tutte le fatture trasmesse all’Amministrazione; successive rate mensili dell’importo di 300.000 euro a seguire da novembre fino a febbraio 2021. La proposta presentata ha trovato la piena condivisione dei presenti mentre le Associazioni di rappresentanza si sono impegnate ad illustrarla alle librerie assenti alla riunione".

“In questo modo – affermano gli assessori Palmieri e Panini – prosegue con determinazione l’aiuto da parte dell’Amministrazione comunale all’importante realtà delle librerie cittadine che ha visto mettere a loro completa fruizione circa 5milioni di fondi che il Ministero attribuisce, per la Città di Napoli, tramite la Regione Campania per i libri di testo della scuola secondaria superiore ed una modalità di utilizzo delle cedole (cedola elettronica con controllo remoto) che consente di fatturare la spesa sostenuta non più a distanza di un anno ma di poche settimane. Sulla pagine Internet della sezione scuola del portale del Comune di Napoli è pubblicato l’elenco delle librerie accreditate alle quali le famiglie potranno rivolgersi, con fiducia, per ritirare o prenotare i testi scolastici per i loro figli. Siamo molto soddisfatti.”