16 Settembre 2022
19:05

A Napoli sequestrati 1,4 milioni di penne, gomme e articoli per la scuola pericolosi per i bimbi

Maxi blitz della Guardia di Finanza, sequestrati prodotti di cancelleria e per la scuola non a norma. Nei guai anche chi fotocopia i libri e li rivende.
A cura di Pierluigi Frattasi
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

La scuola in Campania è iniziata da meno di una settimana. Gli scaffali dei negozi sono pieni di zainetti, astucci, penne e pastelli di tutti i tipi, ma bisogna stare attenti ai prodotti illegali o contraffatti, che possono essere anche pericolosi per la salute dei bambini. La Guardia di Finanza ne ha sequestrati ben 1,4 milioni negli ultimi giorni nella sola provincia di Napoli. I controlli sono scattati questa settimana, in concomitanza con l'avvio del nuovo anno scolastico 2022-23. Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, con un intervento straordinario, ha sequestrato oltre 1,4 milioni di prodotti scolastici e di cartotecnica, compresi testi riprodotti illegalmente, in pratica fotocopiati senza averne i diritti.

Il maxi-blitz della Guardia di Finanza

Alla fine il bilancio dell'operazione delle fiamme gialle è pesante: 21 responsabili sono stati segnalati alla Camera di Commercio per violazioni amministrative e 5 denunciati all’Autorità Giudiziaria, a vario titolo, per commercio di prodotti contraffatti, ricettazione e violazione al diritto d’autore. In particolare, nell’area cittadina, nel corso di 12 diversi interventi in attività commerciali, sono stati sequestrati 1.049.564 articoli di cancelleria/cartoleria (tra penne, gomme, compassi, porta cartellini, post-it, elastici) privi di marcatura e adeguata nota informativa, segnalando alla locale Camera di Commercio 8 responsabili.

Tra Afragola, Casandrino e Caivano sono stati tolti dal commercio 176.450 accessori scolastici, per l’ufficio e decorativi. Gli articoli erano esposti per la vendita, privi della nota informativa in lingua italiana e di indicazioni sulle caratteristiche merceologiche del prodotto, all’interno di 3 negozi gestiti da cittadini cinesi, segnalati alla Camera di Commercio.

A Nola, tra San Gennaro Vesuviano e Ottaviano, le Fiamme Gialle hanno sequestrato oltre 221.000 prodotti scolastici e di cartoleria non sicuri, privi delle prescritte indicazioni di sicurezza, con la segnalazione di 4 responsabili per violazioni al Codice del Consumo e di un altro alla Procura della Repubblica.

Nei guai anche chi fotocopia i libri e li rivende

Le attività hanno interessato anche i Comuni di Forio d’Ischia, Anacapri, Castellammare di Stabia, Torre del G. e Boscoreale. In quest’ultimo comune, è stato sorpreso all’interno del proprio esercizio il titolare mentre effettuava copie di testi scolastici senza detenere la licenza SIAE per la reprografia. Al responsabile, denunciato all’A.G. sono stati sequestrati 31 testi fotocopiati integralmente, 86 testi di opere letterarie scannerizzati integralmente, 4 supporti informatici di archiviazione dati, 1 computer e 1 fotocopiatore.

Auricolari e vestiti modificati per l'esame della patente, sequestrato consorzio di autoscuole a Napoli
Auricolari e vestiti modificati per l'esame della patente, sequestrato consorzio di autoscuole a Napoli
Refezione scuole a Napoli,
Refezione scuole a Napoli, "il menù non piace ai bimbi, lo cambieremo" parla l'assessore
Blitz nel campo rom a Giugliano: bimbi mai andati a scuola e cresciuti tra i rifiuti
Blitz nel campo rom a Giugliano: bimbi mai andati a scuola e cresciuti tra i rifiuti
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni