218 CONDIVISIONI
Coronavirus
13 Giugno 2021
14:34

A Bacoli rissa con colpi di caschi e tirapugni tra ragazzi senza mascherina: ricoverato 22enne

Una banale lite tra ragazzi, ieri notte, a Bacoli, si trasforma in una vera e propria rissa, con calci, colpi di casco in testa e tirapugni. Un giovane di 22 anni è rimasto ferito durante la colluttazione ed è stato ricoverato all’Ospedale di Pozzuoli con contusioni multiple. Coinvolti circa 20 giovani.
A cura di Pierluigi Frattasi
218 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Una banale lite tra ragazzi, ieri notte, a Bacoli, si trasforma in una vera e propria rissa, con calci, colpi di casco in testa e tirapugni. Un giovane di 22 anni è rimasto ferito durante la colluttazione ed è stato ricoverato all’Ospedale di Pozzuoli con contusioni multiple. L’episodio, che ha visto coinvolti una 20ina di ragazzi circa, è avvenuto attorno alla mezzanotte, nei pressi di via Lido Miliscola, nel Napoletano. Immediato l’intervento dei Carabinieri, giunti sul posto dopo la segnalazione di alcuni cittadini. Ma alla vista delle divise, i ragazzi si sono dati alla fuga. Le forze dell’ordine hanno acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza per identificare gli altri partecipanti alla rissa.

Borrelli: “Serve il pugno duro”

Per il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli (Europa Verde), “la rissa andata in scena sabato notte a Bacoli è inquietante. Una ventina di ragazzi che si prendono a botte con caschi, tirapugni e una violenza inaudita, come se fossero in guerra. È l’ennesima notte di follia nella movida napoletana, l’ennesima rissa che vede come protagonisti tanti minorenni. Sono settimane che denunciamo la deriva pericolosa che sta assumendo la movida post lockdown; viaggiamo ad una media pericolosa di 2-3 maxi risse a weekend. Ed è inquietante, guardando le immagini, sentire le risate degli ‘spettatori’ che guardano divertiti e interessati come se fosse tutto un gioco”.

“Sembra ormai una gara a chi fa le cose più assurde. Un delirio di auto in corsa, scooter che sfrecciano con 4/5 persone in sella senza casco, come fai filmati che ci inviano i cittadini. E nel weekend i pronto soccorso vanno in affanno – denuncia Borrelli – pieni di protagonisti di risse, vittime di incidenti, persone in stato di ebbrezza. Servono regole chiare e presidi fissi nei luoghi più sensibili, serve il pugno duro per invertire il trend o ci troveremo presto a commentare qualche tragedia. E allora sarà troppo tardi”.

Controlli anti-Covid a Ischia e Procida

Nel corso dei quest’ultimo weekend, intanto, i carabinieri della compagnia di Ischia sono stati impegnati per il controllo e il monitoraggio del flusso turistico sulle isole di Ischia e Procida.
133 persone identificate e 47 i veicoli controllati. Durante il servizio – caratterizzato come sempre dal buonsenso e dalla prevenzione – i militari hanno sanzionato 8 persone per il mancato rispetto del coprifuoco imposto dalle norme anti-contagio. Presenza costante per un controllo anche sulla movida. Denunciato un centauro perché fermato alla guida in stato di ebbrezza e sanzioni al codice della strada per divieto di sbarco e uso del telefono alla guida.

218 CONDIVISIONI
26083 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni