in foto: Teatro di San Carlo, Napoli

Al Teatro di San Carlo di Napoli ritorna "La bohème" di Giacomo Puccini, secondo titolo in cartellone per la stagione operistica 2017/2018 inaugurata a dicembre con "La fanciulla del West", altro titolo pucciniano. Appuntamento, dunque, per giovedì 11 gennaio 2018, alle ore 20, quando al Massimo partenopeo debutterà l'Opera in quattro quadri su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica. Quattro le repliche fino al 16 gennaio. Per la realizzazione del suo capolavoro, Giacomo Puccini si ispirò alla Parigi della prima metà del diciannovesimo secolo che fa da sfondo, con il suo gelido inverno, alla tragedia della giovinezza che sfiorisce in un contesto sociale di indigenza e degrado.

Il libretto è frutto di una tormentata gestazione lunga più di due anni, che vede divisi Illica, strenuamente legato al romanzo originale, e Puccini, rivolto verso un sostanzialmente rinnovato “verismo sentimentale” attraverso l'opera. "Bohème" andò in scena per la prima volta al Regio di Torino il 1 febbraio 1896 con Arturo Toscanini sul podio. Solo un mese e mezzo dopo ci fu la prima sancarliana, con Elisa Petri e Fernando De Lucia nei panni di Mimì e Rodolfo, diretti da Vittorio Vanzo.  L'opera "Bohème" è tratta da "Scènes de la vie de bohème" di Henri Murger, romanzo che segna la comparsa di elementi naturalistici propri del vivere quotidiano nella letteratura francesce.

Mercoledì 10 gennaio alle ore 18, invece, nell’ambito del progetto il San Carlo per il sociale è aperta al pubblico la prova generale, dedicata alla Fondazione Pascale per il progetto di ricerca clinica e biomolecolare E.C.Co. – Endometrial Cancer Conservative treatment.