Luigi Ventura con il presidente francese Macron (Getty).
in foto: Luigi Ventura con il presidente francese Macron (Getty).

Un nuovo scandalo a luci rosse sta travolgendo nelle ultime ore il Vaticano. Questa volta il protagonista della vicenda è niente di meno che il nunzio apostolico del Vaticano in Francia, cioè l'ambasciatore della Santa Sede nel Paese: Luigi Ventura, 74 anni, risulta infatti sotto indagine per "aggressioni sessuali". L'inchiesta è stata aperta lo scorso 24 gennaio dalla procura di Parigi, ma la notizia è stata diffusa solo nelle ultime ore dall'agenzia France Press che cita una fonte giudiziaria, confermando quanto riportato anche dal quotidiano Le Monde. Tutto sarebbe cominciato dopo la segnalazione di molestie, si parla in particolare di palpeggiamenti, presentata da un giovane funzionario del Comune di Parigi durante una cerimonia avvenuta nel Salon des arcades all'Hôtel de Ville il 17 gennaio, in cui era presente, tra gli altri, anche il sindaco Anne Hidalgo, che ha tenuto un discorso di inizio anno davanti a una serie di personalità, religiose e laiche.

"Il giovane è stato palpeggiato per tre volte dal nunzio apostolico, una delle quali anche dinnanzi a un testimone", fanno sapere gli inquirenti. La denuncia è arrivata negli uffici della prima cittadina una settimana più tardi, il che ha dato la spinta per l'apertura del fascicolo da parte dal pubblico ministero di Parigi, Rémy Heitz, come è stato appreso da fonti giudiziarie. Stando a quanto riporta la stampa locale, non è escluso che Ventura, che si trova in Francia dal 2009 come rappresentate del Papa, potrebbe fare valere il suo status diplomatico per proteggersi, mentre dalla Nunziatura fanno sapere di non avere "nulla da confermare".