(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Lo hanno picchiato e derubato della sua arma: ieri, martedì 17 novembre, a bordo del treno regionale partito dalla stazione di Porta Genova a Milano e diretto a Mortara, una guardia giurata – libera dal servizio – è stata aggredita da tre uomini.

Malmenato e derubato della sua pistola

L'uomo, un vigilante di 44 anni, è stato aggredito qualche minuto prima della mezzanotte. I tre – secondo quanto riportato dal quotidiano "Il Giorno" – hanno approfittato del fatto che il treno fosse semi deserto a quell'ora. Lo hanno quindi accerchiato, malmenato con calci e pugni e derubato della sua pistola. Il 44enne ha provato a difendersi, ma purtroppo invano. Gli aggressori sono poi fuggiti dal treno prima che qualcuno potesse intervenire. Per ora sul caso stanno indagando i carabinieri di Abbiategrasso anche se potrebbe passare presto alla polizia ferroviaria. Le forze dell'ordine stanno intanto analizzando le immagini delle telecamere di videosorveglianza al fine di risalire alle identità dei tre colpevoli.

La linea Milano-Mortara tra le meno sicure

La linea Milano-Mortara è tra le tratte più pericolose e meno sicure. Nel 2017 una ragazza di quindici anni era stata picchiata e violentata sul treno mentre tornava a casa. La 15enne era stata avvicinata da due ragazzi di 25 anni che l'avrebbero insultata, colpita con calci e pugni e poi palpeggiata. Anche in quel caso, non c'era nessuno sul treno e i due sono riusciti a fuggire. Sempre nel 2018, la linea era stata inserita dal presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana nella lista – presentata al ministro dell'Interno dell'epoca Matteo Salvini durante un incontro sulla sicurezza dei treni – delle tratte su cui avere più forze dell'ordine.