L'ex governatore di Regione Lombardia Roberto Maroni è stato dimesso dall'ospedale di Varese, dove era stato ricoverato per accertamenti dopo che ieri 4 gennaio era stato colpito da un malore in casa sua a Lozza, sempre nel Varesotto. Stando alle prime informazioni, il governatore sarà preso in cura all'Istituto neurologico Besta di Milano per ulteriori accertamenti.

Colpito da un malore nella sua casa nel Varesotto

Il politico della Lega, ora candidato alle comunali del 2021 a Varese, avrebbe avuto un mancamento che lo ha costretto ad accasciarsi a terra. Durante la caduta avrebbe sbattuto la testa provocandosi una lieve ferita. Trasportato in ospedale i medici che lo hanno visitato hanno ritenuto necessario trattenerlo per fare tutti i dovuti accertamenti del caso, nonostante le sue condizioni non fossero ritenute preoccupanti. Fino alla sera di martedì 5 gennaio quando è stato dimesso e trasferito per ulteriori esami medici al Besta di Milano.

Il messaggio di Matteo Salvini all'ex governatore

Proprio nella giornata di oggi 5 gennaio per l'ex governatore erano arrivati gli auguri del leader della Lega Matteo Salvini che, a margine della visita all'ospedale in Fiera di Milano, ha detto: "Sto seguendo da lontano con tutte le cautele del caso, la situazione. Speriamo che non ci sia nulla di più". Gli auguri di una pronta guarigione sono arrivati anche da tanti altri politici. Ora Maroni, prima di ritornare ai suoi impegni, dovrà trascorrere un periodo di riposo. Solo con il via libera del personale sanitario, infatti, potrà tornare a occuparsi della sua candidatura a sindaco di Varese per le elezioni comunali previste proprio per quest'anno.