Brutta sorpresa per i soccorritori della Croce Maria Bambina, l'associazione di soccorso con sede in via Fantoli zona Linate. La mattina di ieri domenica 28 marzo si sono trovati davanti la loro ambulanza incendiata dai vandali. "Un atto stupido che non trova nessuna spiegazione che vada oltre alla cattiveria ed all’ignoranza delle persone perché non attacca semplicemente la nostra associazione ma un mezzo di soccorso pubblico della comunità e del territorio", spiegano i soccorritori in un post Facebook. Che poi aggiungono: "Siamo basiti dall’accaduto. Non ci fermiamo davanti a provocazioni, atti stupidi ed ignoranti come questo". Dall'associazione poi però precisano che "noi non ci fermiamo, nemmeno stavolta". I vantali durante la notte tra sabato e domenica hanno dato fuoco alle maniglie dell'ambulanza rendendo così impossibile aprire la porta.

Settimana scorsa incendiata la sede dell'associazione Sos Lambrate

Non è che l'ultimo gesto messo a segno dai vandali a un'associazione di volontariato che si occupa di soccorso: nel mirino solo settimana scorsa era finita la sede di "Sos Lambrate" nel quartiere Ortica di Milano la scorsa notte. Stando a quanto riferito a Fanpage.it dal vicepresidente Federico Mariani, i vandali hanno dato fuoco ai rifiuti appena fuori dal cancello della sede e in pochi minuti le fiamme hanno invaso la sede senza risparmiare tutta la facciata. L'associazione, composta da 130 volontari, ha subito un forte danno: "Ci preoccupa molto soprattutto perché non riceviamo alcun finanziamento esterno". La Onlus investe tutto il ricavato della racconta fondi in mezzi di soccorso, corsi di preparazione, portando sempre assistenza ai meno fortunati. Per fortuna nell’incendio non sono rimaste ferite persone, volontari e dipendenti, che stavano svolgendo il turno notturno: a causa delle fiamme però la linea telefonica ha subito dei danni e quindi è stata inutilizzabile. "Le attrezzature del centralino dell’associazione, fondamentali per la gestione delle attività e la ricezione delle richieste di intervento. Soprattutto in questo periodo che siamo impegnati con il trasporto degli anziani nei centro vaccinali", spiega il vicepresidente. Ancora sconosciute le generalità dei vandali che nei confronti dell'associazione sono entrati in azione già altre tre volte: "È da un anno che subiamo gesti simili. Non capiamo chi possano essere, possiamo fare solo ipotesi. Magari a qualcuno può dar fastidio il suono delle serene o che occupiamo dello spazio. Non lo so, ma noi aiutiamo la comunità".