231 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Trovato morto l’architetto Marco Trampetti: il suo corpo in un corso d’acqua

Trovato morto nella tarda serata di ieri, a Milano, l’architetto Marco Trampetti: non si avevano più sue notizie dal 4 febbraio.
A cura di Giorgia Venturini
231 CONDIVISIONI
Immagine

Trovato morto nella tarda serata di ieri domenica 11 febbraio, a Milano, l'architetto Marco Trampetti. Il suo corpo è stato rinvenuto vicino al parco dei fontanili in un corso d'acqua: a trovarlo dopo giorni di ricerche sono stati i carabinieri della Compagnia di Corsico con il supporto del personale Vigili del Fuoco. I militari lo cercavano dallo scorso 4 febbraio.

Le ricerche si erano concentrate in quella zona dove era stata ritrovata l’autovettura, di preciso in via Quintino Sella. L'auto di Trampetti, una Mercedes, era regolarmente chiusa e senza segni di scasso. Il sopralluogo effettuato dalla Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale Carabinieri di Milano e dalla ispezione cadaverica condotta da medico legale intervenuto non ha rilevato tracce di morte violenta. La salma è stata portata presso obitorio civico di Milano per esame autoptico.

Il compagno di Trampetti aveva denunciato la sua scomparsa lo scorso venerdì 9 febbraio. Secondo quanto aveva riferito ai carabinieri, i due avrebbero trascorso la serata in compagnia di un amico nel loro appartamento di Cesano Boscone. L'architetto 58enne sarebbe poi uscito in auto per accompagnare a casa l'ospite, intorno alle 23:30, che non vive molto lontano. Da quel momento, però, non avrebbe più fatto ritorno.

Ai militari il compagno di Trampetti ha detto di aver aspettato cinque giorni prima di sporgere denuncia perché pare fosse già capitato in passato che il 58enne si allontanasse di casa per qualche giorno, soprattutto per questioni di lavoro. Al momento l'ipotesi più probabile è quella del suicidio, anche se chi lo conosce sostiene di non aver notato nel comportamento di Trambetti negli ultimi giorni un malessere che potesse far pensare che sarebbe arrivato a togliersi la vita.

231 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views