L’East Market, il mercatino vintage di Milano
in foto: L’East Market, il mercatino vintage di Milano

Capi d'abbigliamento vintage, pezzi d'artigianato, dischi in vinile e arredi super colorati: queste solo alcune delle cose che sarà possibile trovare all'East Market, il mercatino vintage milanese che tornerà per la sua sesta stagione domenica 27 settembre dalle 10 alle 21. L'appuntamento si svolgerà negli spazi dell'ex fabbrica aeronautica in zona Mecenate e tutti i visitatori saranno liberi di comprare, vendere e scambiare. Moda fai da te, riciclo, fashion e musica sono le colonne portanti di East Market. L'idea infatti è quella di valorizzare il senso estetico degli oggetti e contemporaneamente sensibilizzare il pubblico sugli aspetti ecologici.

Food truck, arredi vintage e dischi in vinile: le novità di East Market

Tra le tante novità di East Market ci sarà una custom area. L'idea è quella di creare una zona in cui le persone potranno personalizzare sul posto i capi d'abbigliamento acquistati o scegliere selezioni pre-allestite. Chi vorrà, inoltre, potrà usufruire di un personal shopper che lo aiuterà negli acquisti. Infine, chi vuole inviare in altre zone d'Italia o all'estero alcuni prodotti potrà usufruire di un servizio spedizioni. Tra le collezioni presenti ci saranno anche le lampade di Placida Lettis Luce che vanno dagli anni '50 agli anni '80, le creazioni floreali di Marta Sorrentino, specializzata in composizioni di varie dimensioni all'interno di vasi, spugne o frutta. Infine Vecchie Storie Serigrafia porterà le sue magliette, le sue felpe oversize e tavole da skate fatte a mano unendo grafica e illustrazione. Oltre al mercatino si potrà trovare una food area dove saranno presenti numerosi truck che offriranno cucina italiana, internazionale e street food con diverse proposte per vegani, celiaci e bambini. A conclusione della giornata ci sarà anche della musica live.

East Market nel pieno rispetto delle norme anti-Covid

Considerata l'emergenza Coronavirus, anche il mercatino vintage rispetterà i protocolli regionali e nazionali in materia di contenimento della diffusione del contagio. All'ingresso sarà misurata la temperatura corporea: chiunque l'avesse superiore a 37,5 gradi non entrerà. All'interno sarà obbligatorio l'uso della mascherina e il mantenimento di un metro di distanza tra i partecipanti per evitare sovraffollamento. Saranno inoltre presenti diversi punti per la sanificazione delle mani dove i visitatori sono obbligati a usufruirne prima di entrare o uscire da ogni area. Infine sarà presente del personale del servizio d'ordine che sarà incaricato di far mantenere le distanze sociali e di far rispettare la segnaletica.