Sono in leggero calo i ricoveri Covid all'ospedale Morelli di Sondalo, l'unica struttura ospedaliera adibita alle cure Covid della Valtellina. Dai 106 ricoveri di lunedì 18 gennaio i malati oggi 22 gennaio sono scesi a 98, per un totale di 1.100 ricoveri e 197 morti dall'inizio della seconda ondata di Coronavirus. Sono questi i numeri aggiornati resi noti da Asst Valtellina e Alto Lario che però allo stesso tempo precisano: "La situazione continua a rimanere grave e preoccupante".

Ancora 10 ricoverati in terapia intensiva

"La situazione è ancora stazionaria: è vero che stanno diminuendo ma non riusciamo a chiudere neanche uno dei quattro reparti Covid. Nulla però a confronto della prima ondata quando abbiamo preso in cura oltre 200 malati", spiegano a Fanpage.it dall'Asst Valtellina. Qui i dati restano stazionari con ancora 10 pazienti gravi in terapia intensiva, ma non sarebbe l'unico problema che deve affrontare l'ospedale. La struttura risulterebbe infatti sempre sotto organico: "Tra chi va in pensione e chi chiede il trasferimento per avvicinarsi a casa restiamo sempre sotto organico, nonostante continuiamo a far uscire annunci di nuove posizioni aperte per infermieri e medici. Ma nulla", precisano da Asst.

In quattro giorni 24 nuovi ricoveri

Insomma, la situazione migliora leggermente senza però mai far rientrare una volta per tutte l'allarme Covid: "Negli ultimi giorni si sono registrati 27 dimissioni e 24 nuovi ricoveri, oltre a cinque decessi, tutti uomini". I dati infatti non sono in favore della provincia che seppur sfuggita alla prima e alla seconda ondata in questi mesi invernali fa registrare 193 contagi ogni 100mila abitanti quando la soglia della Lombardia in media è di 151. È quindi ora Sondrio, insieme a Mantova, la provincia da tenere costantemente monitorata.