Immagine di repertorio (Vigili del fuoco)
in foto: Immagine di repertorio (Vigili del fuoco)

Un cortocircuito, la termocoperta che prende fuoco e non lascia scampo alla donna che la stava usando per difendersi dal freddo. Sarebbe morta così un'anziana di 99 anni, trovata carbonizzata nel suo letto dai vigili del fuoco. Il drammatico episodio è avvenuto nella notte a Milano in un appartamento in viale Lombardia, tra i quartieri di Città studi e Casoretto.

L'anziana morta carbonizzata avrebbe compiuto 100 anni a maggio

La vittima di quello che sembra al momento uno sfortunato incidente domestico avrebbe compiuto 100 anni a maggio. L'anziana signora, che viveva con una badante, era andata a dormire coprendosi con una termocoperta o uno scaldotto per via del freddo pungente di questi giorni. Qualcosa però sarebbe andato storto: la termocoperta ha preso fuoco ed è stata la stessa badante ad accorgersi delle fiamme in camera della signora e a dare l'allarme. Purtroppo, quando sono intervenuti i vigili del fuoco, i paramedici del 118 e la polizia, per la donna era ormai troppo tardi. I vigili del fuoco hanno potuto solo spegnere tardivamente le fiamme, mentre al personale sanitario non è rimasto altro da fare che constatare il decesso dell'anziana.

Sulla vicenda indaga la polizia

Saranno adesso le indagini della polizia a cercare di ricostruire cosa sia avvenuto esattamente nell'appartamento dell'anziana e capire se la tragedia sia stata causata effettivamente da un cortocircuito della termocoperta. Saranno fondamentali in tal senso i rilievi dei vigili del fuoco intervenuti nell'appartamento per spegnere il rogo. Sullo sfondo la domanda principale a cui dare una risposta: e cioè se la tragedia poteva essere evitata in qualche modo.