201 CONDIVISIONI
Covid 19
5 Maggio 2022
12:11

Report Gimbe, si arresta la crescita dei nuovi casi in Lombardia: in calo anche ricoveri e decessi

Si arresta l’incremento dei nuovi casi Covid-19 in Lombardia. A evidenziarlo l’ultimo report della Fondazione Gimbe. In lieve calo i ricoveri e anche i decessi.
A cura di Francesco Loiacono
201 CONDIVISIONI
(Immagine di repertorio)
(Immagine di repertorio)
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Dopo il sensibile aumento della scorsa settimana si arresta la crescita dei nuovi casi Covid in Lombardia. Rispetto alla scorsa settimana, negli ultimi sette giorni i nuovi contagi sono infatti saliti dello 0,7 per cento. A evidenziarlo è l'ultimo report della Fondazione Gimbe, relativo al periodo 27 aprile – 3 maggio 2022. La Lombardia è una delle poche regioni dove i contagi, seppur lievemente, hanno comunque mantenuto il segno più davanti. Nel resto della Penisola, infatti, i nuovi casi sono diminuiti in media dell'8,9 per cento: "Dopo il rimbalzo della scorsa settimana tornano a scendere i nuovi casi settimanali (8,9 per cento), che si attestano a quota 395mila con una media mobile a 7 giorni di 56mila casi giornalieri, a fronte di un numero stabile di tamponi totali", ha dichiarato il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta.

Giù anche i ricoveri e i decessi

Sempre a livello nazionale arrivano notizie confortanti anche su altri fronti: diminuiscono rispetto alla scorsa settimana i casi attualmente positivi (1.199.960 contro 1.234.976), le persone in isolamento domiciliare (1.189.899 contro 1.224.239), i ricoveri con sintomi (9.695 contro 10.328) e le terapie intensive (366 contro 409). E, rispetto a sette giorni fa, sono in calo anche i decessi (962 contro i 1.034 della passata settimana). Anche in Lombardia i morti a causa del Coronavirus sono lievemente diminuiti: dai 196 della settimana precedente si è passati ai 179 degli ultimi sette giorni. Diminuiscono lievemente anche i letti occupati da pazienti Covid in area medica (11,2 per cento contro l'11,6 per cento di sette giorni fa) e in terapia intensiva (1,9 per cento contro il 2 per cento di sette giorni fa).

Vale dunque anche per la Lombardia il commento del dottor Cartabellotta ai dati del report Gimbe: "Tutti gli indicatori sono sostanzialmente in una fase di plateau con lieve
tendenza discendente. Tuttavia, indipendentemente dallo spartiacque normativo del 1° maggio, la circolazione del virus rimane molto elevata, oltre che ampiamente sottostimata: più di 56mila nuovi casi in media al giorno, tasso di positività dei tamponi antigenici al 16 per cento e quasi 1,2 milioni di positivi. Ecco perché – conclude Cartabellotta – indipendentemente da obblighi e raccomandazioni, mantenere la mascherina nei locali al chiuso, specialmente se affollati e/o poco aerati, rimane una strategia indispensabile per ridurre la circolazione virale e proteggersi dal contagio".

201 CONDIVISIONI
31007 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni