video suggerito
video suggerito

“Ha percepito per anni il reddito di cittadinanza senza averne diritto”: a processo il figlio di Bossi

Riccardo Bossi avrebbe incassato un totale di 12mila euro (280 euro per 43 mensilità) tra il 2020 e il 2023. Comparirà davanti al Gup del tribunale di Busto Arsizio (Varese) il prossimo 15 ottobre per rispondere dell’accusa di false attestazioni.
A cura di Francesca Del Boca
822 CONDIVISIONI
Riccardo Bossi
Riccardo Bossi

Comparirà il 15 ottobre davanti al Gup del Tribunale di Busto Arsizio (Varese) Riccardo Bossi, figlio primogenito del Senatùr Umberto e della prima moglie Gigliola Guidali. A Bossi junior viene contestato oggi il reato di false attestazioni per aver percepito indebitamente il reddito di cittadinanza, tra il 2020 e il 2023, per un totale di 12mila euro (ossia 280 euro per 43 mensilità).

Non è certo il primo guaio con la legge per Riccardo Bossi, ex pilota di rally classe 1979. Già nel 2016 il 45enne era stato condannato a un anno e otto mesi per appropriazione indebita aggravata per presunte spese personali con i fondi del Carroccio (tra cui circa 160mila euro sottratti dalle casse del partito per pagare bollette, pay tv e vari servizi), mentre nel 2014 la condanna è arrivata per il mancato pagamento del conto in una gioielleria di Busto Arsizio, dove aveva acquistato monili Bulgari e orologi Rolex. Senza contare un'altra denuncia nel 2020, stavolta per non aver pagato il conto di una cena a base di pesce crudo e champagne in un noto ristorante di Milano.

822 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views