(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Prima l'incidente stradale e poi la lite per capire chi fosse stato il responsabile. Uno scambio di vedute che è risultato però fatale per uno dei due automobilisti: l'uomo, un 77enne, ha infatti avuto un malore e si è accasciato al suolo, ma l'altro conducente invece di aiutarlo è risalito sul suo furgone ed è andato via. È successo a Pavia dove ieri, lunedì 4 gennaio, il 77enne è morto al Policlinico San Matteo.

Il conducente morto nella notte in ospedale

Stando a quanto riportato dal giornale "La Provincia Pavese", l'impatto tra i due mezzi si è verificato nel tardo pomeriggio e sulla strada provinciale 19 alla periferia di Dono, nel Pavese, in Lomellina. I due sono scesi per verificare i danni e hanno iniziato subito a scontrarsi verbalmente. A un certo punto, il 77enne – originario ad Alagna Lomellina – si è sentito male. L'altro automobilista invece di aiutarlo è risalito sul suo mezzo ed è ripartito. Non è ancora chiaro chi abbia dato l'allarme, ma subito dopo sono intervenuti gli operatori sanitari del 118. I soccorritori hanno constatato che l'uomo era in arresto cardiaco e hanno provato a rianimarlo.

L'altro automobilista rischia la denuncia per omissione di soccorso

Vista la gravità delle sue condizioni, il 77enne è stato trasportato immediatamente all'ospedale San Matteo di Pavia. Purtroppo però è morto in serata. Sul luogo dell'incidente sono arrivati anche i carabinieri che hanno fatto tutti i rilievi del caso e stanno cercando di ricostruire l'episodio. Inoltre stanno provando a risalire all'identità del conducente del furgone che adesso rischia la denuncia per omissione di soccorso. Intanto la Procura di Pavia potrebbe disporre l'autopsia sul corpo del pensionato.