Nel suo negozio vendeva cannabis legale. Ma in casa deteneva illegalmente consistenti quantità di marijuana. Un ragazzo di 27 anni, Simone F., è stato arrestato per questo motivo dalla polizia a Pavia con l'accusa di detenzione a fini di spaccio di stupefacenti. Il 27enne, residente a Roncaro, è il titolare di uno dei "cannabis shop" del capoluogo pavese, il negozio "Hempaty Pavia". Ieri sette agenti della questura di Pavia, impegnati in un'operazione di contrasto allo spaccio, dopo una segnalazione si sono recati nel cannabis shop del 27enne. Il ragazzo ha subito comunicato ai poliziotti che nel negozio custodiva e vendeva solo cannabis "legale", ma la perquisizione dell'esercizio commerciale ha rivelato ben altro. Sotto il bancone gli agenti hanno infatti ritrovato alcune buste di cellophane già aperte, contrariamente a quanto prevede la legge che consente la vendita solo di confezioni sigillate, oltre a un barattolo di vetro. Tutti contenevano una sostanza poi risultata essere marijuana.

Nel garage di casa il ragazzo deteneva oltre 2,5 chili di marijuana

A quel punto gli agenti hanno deciso di estendere la perquisizione anche all'abitazione del 27enne, che vistosi con le spalle al muro ha subito comunicato che in casa, nel garage, custodiva illegalmente altri 2,5 chili di stupefacente dello stesso tipo. La droga, in totale oltre 4 chilogrammi, è stata sequestrata dagli agenti unitamente a un bilancino di precisione, ad altro materiale utile per confezionare le dosi di marijuana e a contanti ritenuti provento di spaccio. Per il 27enne è scattato l'arresto: su ordine del pubblico ministero valentina De Stefano il giovane è stato portato in carcere a Pavia, a disposizione dell'autorità giudiziaria.