Pausa ieri, domenica 28 febbraio, sul treno Milano-Camnago di Ferrovie Nord. Verso le 12.30 un passeggero è stato invitato a scendere alla stazione di Paderno Dugnano perché senza biglietto. Innervosito, ha raccolto delle pietre dai binari e le ha scagliate contro il treno rompendo il finestrino della locomotiva. Il vetro è andato in frantumi ferendo il conducente, un uomo di 44 anni che è rimasto colpito al volto dalle schegge di vetro.

L'aggressore è poi fuggito lungo i binari

Stando a quanto riporta il Cittadino di Monza e Brianza, il personale del treno avevano chiesto al passeggero, di nazionalità straniera, di vedere biglietto e documenti. Una richiesta che ha fatto scattare l'ira dell'uomo che ha iniziato così a raccogliere sassi e a scagliarli all'interno del treno fino a rompere il finestrino. Per poi darsi alla fuga lungo i binari. Sul posto sono intervenuti subito gli agenti della Polfer del Comparto di Milano che hanno iniziato immediatamente la caccia all'uomo, mentre i paramedici del 118 hanno medicato sul posto le ferite del conducente del treno: per il 44enne non è stato necessario il trasporto in ospedale. L'accaduto inoltre ha provocato molti disagi ai passeggeri del treno: sono stati infatti fatti scendere dal treno e invitati a salire sul quello successivo, in arrivo pochi minuti dopo. Ci sono volute altre ore perché il traffico ferroviario tornasse alla normalità.

A gennaio una rapina sulla stessa linea ferroviaria

Sulla stessa linea ferroviaria lo scorso gennaio un 19enne di Seveso, operaio di professione, molto seguito sui social grazie a un account da 178mila follower su Tik Tok, era stato aggredito mentre si stava avvicinando alle porte d’uscita della carrozza. Stando alla sua stessa testimonianza, due giovani di origine nordafricana gli hanno sbarrato la strada, lo hanno trattenuto per le braccia e, dopo avergli frugato indosso, lo hanno rapinato del borsello che conteneva solo il documento d’identità. L'aggressione era stata poi denunciata dalla vittima.