Omicidio di Laura Ziliani: arrestate le figlie
7 Ottobre 2021
11:30

Omicidio Ziliani, il sindaco di Temù: “Laura temeva che le succedesse qualcosa, Mirto non le piaceva”

Il sindaco di Temù, Giuseppe Pasina, durante la trasmissione Mattino Cinque, ha dichiarato che Laura Ziliani, l’ex vigilessa scomparsa l’8 maggio e trovata morta tre mesi dopo, temeva per la sua vita. Il primo cittadino ha anche raccontato delle preoccupazioni della madre nei confronti del comportamento delle due figlie e del loro rapporto con Mirto. “Milani non era visto di buon occhio nemmeno dal padre”
A cura di Simona Buscaglia
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Omicidio di Laura Ziliani: arrestate le figlie

"Temeva che le succedesse qualcosa". Queste le parole del sindaco di Temù Giuseppe Pasina, che alla trasmissione Mattino Cinque ha raccontato alcune delle preoccupazioni dell'ex vigilessa Laura Ziliani, scomparsa l'8 maggio scorso e trovata morta tre mesi dopo. Le due figlie, Paola e Silvia, sono indagate, insieme al fidanzato di quest'ultima, Mirto Milani, per omicidio colposo e occultamento di cadavere. Il primo cittadino del paese in provincia di Brescia ha poi precisato ai microfoni del programma su Canale 5 che "Laura era preoccupata anche per la terza figlia, Lucia. Temeva che le due figlie avessero l’obiettivo di farsi dare la delega della sua tutela perché così avrebbero ottenuto la gestione di tutto il patrimonio". Le due figlie "magari temevano che la madre non fosse d'accordo con questo loro progetto e a loro non andava bene – ha aggiunto Pasina – in particolar modo al fidanzato, si diceva. Le figlie erano determinate e avevano il carattere del padre"

Il sindaco di Temù: "Mirto non era visto di buon occhio da Laura e dal marito"

Qualche precisazione anche sul rapporto tra le figlie e Milani, che secondo il sindaco non visto di buon occhio dai genitori delle due ragazze: "Mirto non lo conoscevo ma Laura diceva che non andava bene questo tipo di rapporto, che lui si era impossessato della gestione dei lavori e del b&b che avevano realizzato e non era d’accordo – ha sottolineato – la Laura aveva comunicata che era preoccupata di questo tipo di rapporto di Mirto con la figlia ma già nel lontano 2011, all'inizio di questa relazione con Silvia, già il povero Enrico, il marito, aveva detto che non gli piaceva proprio". La madre, sempre secondo quanto detto dal primo cittadino, sapeva anche che, oltre a stare con la figlia Silvia Milani, Mirto avesse una relazione anche con Paola e "si era detta ulteriormente preoccupata".

Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni