Quest'anno non ci sarà il tradizionale cenone di Capodanno firmato da Carlo Cracco, che per la sua esclusività (e i suoi prezzi) finisce sempre con l'attirare le attenzioni di estimatori e detrattori. L'emergenza Coronavirus e le norme varate dal governo costringeranno anche lo chef veneto, ma milanese d'adozione, a tenere chiusi i suoi ristoranti di Milano. Ma per chi l'ultimo dell'anno volesse concedersi a casa il lusso di assaporare qualche prelibatezza proveniente dalla cucina dello chef stellato c'è, comunque, una soluzione. E anche questa non mancherà probabilmente di "dividere" l'opinione pubblica.

Una "scatola" a domicilio a oltre 100 euro con un dolce e lenticchie

Come altri suoi colleghi, anche Cracco con la pandemia ha ampliato l'offerta sul proprio shop online, proponendo diversi prodotti da acquistare a domicilio. Tra questi figura anche il "Box di Capodanno": una confezione contenente un dolce, una bottiglia di champagne e, a scelta, i "baci di Cracco" oppure le tradizionali lenticchie, in una variante umbra proveniente da coltivazione biologica. Il prezzo per queste bontà? 105 euro, tra l'altro scontato, a cui però vanno aggiunte anche le spese di spedizione.

Tanto, poco? Come sempre a deciderlo saranno gli eventuali clienti. Di certo Cracco assicura che gli ingredienti sono di prima scelta, così come sono raffinate le lavorazioni dietro i prodotti offerti. Il dolce proposto, la Veneziana, è un prodotto tipico milanese realizzato "attraverso una lenta lievitazione naturale" e con un impasto appositamente studiato dal Pastry Chef del ristorante di Cracco, Marco Pedron. Lo champagne è un Veuve Clesse Black label, mentre i "baci di Cracco" sono una rivisitazione dei baci di dama, anche questi realizzati dal pastry chef Pedron "per soddisfare i palati più esigenti". Se vi sentite tra questi, potete ordinare il vostro box di Capodanno da Cracco. Fateci sapere se ne sarà valsa la pena.