Pericolosa bravata di un ragazzo a Monza. Un 22enne, originario di Lissone, comune della provincia brianzola, nella notte tra venerdì e sabato ha cercato di passare da una sponda all'altra del fiume Lambro camminando in equilibrio su un tubo che collega le due rive. Il giovane, evidentemente alterato dall'alcol o da qualche altra sostanza, verso la fine del suo funambolico percorso ha però perso l'equilibrio ed è finito in acqua. Fortunatamente per lui è stato soccorso prontamente e tirato fuori dall'acqua senza riportare gravi conseguenze.

Il ragazzo è poi stato trasportato in codice verde all'ospedale

Tutto è accaduto poco dopo la mezzanotte di sabato 17 ottobre. Il giovane si trovava vicino allo spalto Maddalena, nel pieno centro storico di Monza. Forse inebriato dall'alcol, ha deciso di scavalcare le recinzioni di un cantiere e di salire su tubo che unisce le due rive del fiume, una sorta di sfida. La scena è stata interamente ripresa in un video poi finito sui social. Il ragazzo aveva quasi completato il percorso quando ha perso l'equilibrio ed è poi finito in acqua. A soccorrerlo sono stati all'inizio la polizia e la guardia di finanza, che hanno poi allertato i vigili del fuoco. Il ragazzo è stato tirato fuori dal fiume dai pompieri nei pressi di piazza Cambiaghi: qui l'Azienda regionale emergenza urgenza aveva inviato nel frattempo un'ambulanza in codice rosso. Fortunatamente le condizioni del giovane non erano gravi: il ragazzo è stato trasportato in codice verde all'ospedale San Gerardo di Monza, dove si spera abbia il tempo di pensare alle conseguenze che poteva avere il suo gesto.