Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

È già in libertà il borseggiatore che lunedì sera aveva tentato di rapinare una donna in metropolitana a Sesto San Giovanni. Il colpo non era andato a buon fine per l'intervento di un altro passeggero che con un pugno alla nuca lo aveva messo ko facendogli perdere i sensi fino all'arrivo dei soccorsi. Poco più di 24 ore dopo l'accaduto e dopo una notte trascorsa in carcere in attesa della convalida dell'arresto, il 23enne, cittadino marocchino disoccupato e senza precedenti, è di nuovo a piede libero. Il tribunale di Monza non ha confermato il fermo perché giudicato illegittimo: secondo il magistrato, l'arresto non sarebbe avvenuto in flagranza di reato perché i carabinieri sono intervenuti sul posto quando il borseggiatore era già steso a terra privo di sensi. A convincere il giudice è stata anche la poca chiarezza dell'accaduto: la dinamica fornita ai militari da alcuni testimoni non è stata confermata dalle telecamere di video sorveglianza.

Il borseggiatore trasportato in ospedale e dimesso con una prognosi di sette giorni

Secondo una prima ricostruzione, il 23enne ha tentato di strappare la borsa a una donna che si è allontanata subito dopo il tentato scippo. Un passante, un uomo di 30 anni di Nova Milanese, ha rincorso il borseggiatore e lo ha fermato con un unico pugno alla nuca. Il 23enne ha perso i sensi per qualche minuto: dopo le prime cure da parte dei soccorritori le sue condizioni sono migliorate. Trasportato in ospedale, è stato dimesso con una prognosi di sette giorni. In attesa della convalida dell'arresto, per lui si erano aperte le porte del carcere. Convalida che il giorno successivo non è arrivata.

La vittima della tentata rapina ha sporto denuncia

Intanto la vittima della tentata rapina, una donna di 30 anni, nel pomeriggio di ieri si è presentata ai carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni per sporgere denuncia: la sua testimonianza confermerebbe l'ipotesi del tentato scippo. Il passeggero che ha fermato il 23enne, invece, subito dopo l'accaduto si era allontanato per poi tornare sul luogo della vicenda una volta arrivati i carabinieri a cui ha raccontato la sua versione dei fatti.

Il sindaco di Sesto: "Ringrazio il ragazzo che ha bloccato il rapinatore"

"Mi è appena giunta notizia che il rapinatore è stato scarcerato", ha commentato sui social mercoledì mattina il sindaco di Sesto, Roberto Di Stefano. E poi ha aggiunto: "Ringrazio i Carabinieri di Sesto San Giovanni per il costante presidio sul territorio e ringrazio anche il ragazzo che ha bloccato il rapinatore, decisivo per evitare ulteriori conseguenze visto il suo atteggiamento aggressivo nei confronti della donna. A lei va la mia solidarietà per il brutto episodio che l’ha vista coinvolta e sono contento che abbia deciso di presentare denuncia".