(Archivio Lapresse)
in foto: (Archivio Lapresse)

Com'è la situazione delle casa popolari di proprietà del Comune di Milano gestite da MM? A fare un resoconto generale è l'assessore all'Urbanistica del capoluogo di regione Pierfrancesco Maran che in un post su Facebook illustra la situazione: "Il Comune di Milano tramite MM gestisce circa 28mila alloggi (il 40% di quelle in città, le altre sono gestite Aler che è Regione Lombardia)", scrive l'assessore, aggiungendo che "negli ultimi 6 anni negli immobili MM gli appartamenti occupati abusivamente sono scesi da 1722 a 688". Inoltre, a detta di Maran, "da maggio 2018 sono stati ristrutturati 1865 dei 3000 alloggi che erano sfitti da anni e ora assegnati". Il lavoro, però, non è concluso qui, perché "si sta lavorando sulle centrali termiche con l'obiettivo che entro la fine dell'anno le case popolari del Comune siano "carbon free". Ci sono ancora una marea di cose da fare per rendere quei palazzi decorosi come meritano coloro che li abitano, ma i passi avanti sono notevoli", chiosa infine l'assessore.

All'asta alcune proprietà del Comune

Nel frattempo il Comune di Milano ha fatto sapere che il prossimo 8 ottobre verranno indette alcune aste per chiunque volesse acquistare determinate proprietà di Palazzo Marino. Tra queste, ci sono un immobile, un fabbricato, due terreni e un box. Il primo, è un edificio situato al civico 22 di corso Vercelli. Il valore di partenza dell'asta è pari a 10.048.500 euro. Il fabbricato si trova in via Novara 75 per un'area complessiva di 6.000 metri quadrati. La base d'asta sarà di 715.000 euro. Infine, ci sono un'area di 1.160 metri quadri in via Buonarroti 153 a Monza, dal valore base di 85.588 euro, un'area di 640 metri quadri a Peschiera Borromeo, la cui base d'asta è fissata a 16.000 euro, e un box in viale Bligny 23/A, a Milano, il cui prezzo parte da 15.000 euro.