Ingresso dell'Università Bocconi di Milano (Facebook).

Sono 190 gli studenti che alloggiano nella residenza Castiglioni dell'Università Bocconi di Milano che sono stati posti in isolamento da ieri, dopo che nove ragazzi dello studentato sono risultati positivi al Coronavirus. Per sicurezza dunque l'Ats di città metropolitana ha deciso di porre in isolamento l'intera residenza così come i suoi studenti in attesa dei tamponi. Mentre si tenta di tracciare i contatti dei due studenti risultati positivi, che stando a quanto trapelato, sarebbero almeno nove, si dovranno stabilire i tamponi da effettuare.

Gli studenti potranno seguire le lezioni da remoto: stanze singole per tutti

Intanto tutti gli studenti sono stati invitati a rimanere all'interno dello studentato anche se sembra che siano diversi i ragazzi intenzionati a lasciare la residenza Castiglioni per far ritorno a casa. Mentre sono diversi quelli non erano presenti nello studentato e che per questo sono stati invitati a non farvi ritorno almeno fino a quando non sarà chiarita l'entità del focolaio. "Stiamo garantendo a tutti la massima assistenza – fanno sapere dall’ateneo – il pranzo viene portato nelle camere, che vengono pulite e sanificate". Essendo una struttura da circa 300 posti al momento ogni studente ha la propria stanza, e così anche chi normalmente condivide l'appartamento con altri colleghi è stato assegnato a spazi singoli.

Aumentano i casi di Coronavirus nelle scuole di Milano

Stando a quanto si apprende il contagio risalirebbe a fine settembre ma l'indicazione dell'isolamenti è giunta solo mercoledì 7 ottobre. Intanto nell’ultima settimana sono raddoppiati i casi di contagio nelle scuole milanesi: secondo l'ultimo bollettino di Ats Città Metropolitana di Milano nella settimana che va dal 28 settembre al 4 ottobre sono stati trovati 85 casi positivi al Covid-19 negli istituti scolastici, di cui 77 alunni e otto operatori. Il numero totale di persone in isolamento è pari a 1.471.