6 Settembre 2022
19:59

Milano-Cortina, il blog di Beppe Grillo: “Olimpiadi del cemento”. Sala: “Si pentirà”

“Dibattito pubblico e trasparenza ridotti ai minimi termini”, nonché “un progressivo ampliarsi degli interventi di nuova edificazione”. Così i Giochi di Milano-Cortina 2026 sul blog del garante M5S Beppe Grillo. Sala: “Ognuno la vede a modo suo”
A cura di Francesca Del Boca

I Giochi di Milano-Cortina 2026? "Le Olimpiadi del cemento". Così sono state ribattezzate sul blog del garante M5S Beppe Grillo, in un articolo a firma di Orietta Vanin. Pronta e secca la risposta dell'altro Beppe, il primo cittadino di Milano Sala: "Si pentirà di queste accuse".

Le Olimpiadi del cemento

"Quando nel giugno del 2019 i Giochi Olimpici invernali del 2026 sono stati assegnati al binomio Milano-Cortina si disse che l’Italia aveva vinto sulla (a dire il vero sparuta) concorrenza grazie alle caratteristiche innovative della manifestazione: sarebbero state “Olimpiadi Green”, sostenibili, diffuse, low cost", scrive la senatrice pentastellata.

E invece? "Dibattito pubblico e trasparenza ridotti ai minimi termini", nonché "un progressivo ampliarsi degli interventi di nuova edificazione".

Gli interventi sotto accusa

Come "la nuova pista da bob di Cortina d'Ampezzo al posto della rifunzionalizzazione della  pista di Cesana Pariol, impiegata nei Giochi olimpici di Torino 2006 e costata, all'epoca, 110 milioni di euro". E ancora "la copertura dell'impianto per il pattinaggio di velocità di Baselga di Pin é'Ice Ring Oval' quando poteva essere impiegata l'Arena Civica di Milano; il villaggio olimpico di Fiames in area a rischio idrogeologico; il palazzetto dello sport PalaItalia nel quartiere milanese di Santa Giulia; l'ampliamento di due bacini artificiali a Cortina per produrre neve da sparare sulle piste; il nuovo impianto a fune di Socrepes; la realizzazione di tutta una serie di strade che, molto probabilmente, saranno ultimate ben oltre il 2026 (come le Varianti di Cortina, Longarone, Lecco-Bergamo e la Tangenziale di Bormio)".

La risposta di Beppe Sala

La replica del sindaco di Milano, Beppe Sala, non si fa certo attendere. "Grillo è un amico e penso che fra un po' di anni si pentirà, come si è pentito ai tempi di aver giudicato Expo", ha risposto alle critiche del blog pentastellato. "Beppe Grillo è un po' così, dopodiché ognuno la vede a modo suo". E chiosa: "In ogni caso, non c'è tanto cemento. L'idea dei Giochi diffusi era nata apposta".

Il sindaco di Milano Beppe Sala proclama il lutto cittadino per la morte di Luca Marengoni
Il sindaco di Milano Beppe Sala proclama il lutto cittadino per la morte di Luca Marengoni
Beppe Sala:
Beppe Sala: "Sono preoccupato per Milano, saranno necessari altri tagli alla spesa"
Niente evento in piazza Duomo a Milano per Capodanno:
Niente evento in piazza Duomo a Milano per Capodanno: "I conti del Comune sono in difficoltà"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni