Alba di sangue a Milano. Un uomo ha cercato di uccidere a coltellate la moglie e la suocera e poi ha cercato di suicidarsi. Il drammatico episodio è avvenuto attorno alle 6 di oggi, domenica 22 novembre, in un appartamento in via Lambruschini in zona Bovisa, alla periferia nord del capoluogo lombardo. Le due donne, di 62 e 90 anni, sono rimaste ferite in modo grave all'addome e al torace. Entrambe sono state trasportate all'ospedale di Niguarda dove sono ora ricoverate in condizioni definite gravissime.

L'uomo non è in pericolo di vita: gravissime le due donne

Anche l'uomo responsabile del brutale gesto, un 56enne, è rimasto ferito, anche se le ferite che si è procurato non sarebbero altrettanto gravi. Il 56enne è ricoverato all'ospedale San Carlo. Non è ancora chiaro il motivo che ha spinto l'uomo a cercare di uccidere la moglie e la suocera: sulla vicenda indagano i carabinieri, che non appena sarà possibile sentiranno direttamente l'autore del brutale accoltellamento.

È stato l'aggressore stesso a chiamare i soccorsi

Stando a quanto ricostruito al momento, dopo aver accoltellato moglie e suocera per motivi che restano da chiarire, sarebbe stato lo stesso 56enne a chiamare i soccorsi. In via Lambruschini sono intervenute tre ambulanze che hanno trasportato le due donne e lo stesso accoltellatore in ospedale. Le ferite riportate dalla moglie e dalla suocera dell'uomo sarebbero molto profonde.