13 Aprile 2022
16:14

Macabra scoperta a Sesto San Giovanni: ritrovato il cadavere di un elettricista dopo due giorni

Il corpo senza vita di un uomo è stato ritrovato all’interno di un capannone a Sesto San Giovanni, nell’hinterland di Milano. Sul posto un’ambulanza e la polizia che ora sta svolgendo le indagini.
A cura di Enrico Spaccini
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Un corpo senza vita al suolo. È quanto hanno ritrovato le forze dell'ordine quando sono arrivate al capannone al numero 350 di via Daniele Manin a Sesto San Giovanni, nella zona industriale a pochi metri dal confine con Cologno Monzese. La segnalazione è arrivata pochi minuti prima delle 14:30 di oggi, mercoledì 13 aprile, quando il proprietario della ditta per cui lavorava ha notato l'auto dell'uomo parcheggiata fuori dal capannone. Entrando, avrebbe notato il corpo a terra dell'uomo che non si muoveva. Secondo le prime indagini, si tratterebbe di un elettricista di circa 60 anni e l'incidente sarebbe avvenuto lunedì 11 aprile. Sul caso sta indagando la polizia di Stato.

Confermato il decesso

Si hanno ancora poche informazioni riguardo l'identità dell'uomo. Sul posto, dopo l'indicazione arrivata alla centrale operativa del 118, sono giunte sia un'automedica che un'ambulanza. I medici hanno tentato di rianimarlo, per poi infine confermare il decesso. Una prima ricostruzione farebbe pensare a un incidente sul lavoro, con l'elettricista che sarebbe caduto dalla scala mentre stava effettuando alcuni lavori. Cadendo, avrebbe battuto violentemente la testa al suolo. il giorno successivo, martedì 12 aprile, alcuni operai avrebbero notato il portone del capannone aperto e, pensando a una dimenticanza, lo avrebbero chiuso. L'allarme è stato dato la mattina seguente dal proprietario della ditta. Assieme ai sanitari, sono intervenuti anche i carabinieri e la polizia di Stato. Ora tocca alla questura di Sesto San Giovanni dover chiarire le dinamiche dell'accaduto.

Il ritrovamento nel Po

Il ritrovamento è avvenuto a poche ore dalla scoperta di un cadavere in avanzato stato di decomposizione emerso dalle acque del Po. In questo caso, a notare il corpo è stato un residente di Cervesina, in provincia di Pavia, mentre passeggiava con il proprio cane. Sia l'identità che le cause del decesso sono ancora ignote. Il corpo è apparso quasi mummificato, al punto che non è stato possibile definire nemmeno il sesso della vittima. Sarà, quindi, necessario ricorrere alla comparazione delle tracce del Dna con i campioni presenti nelle banche dati delle forze dell'ordine, cercando così di incrociare i risultati con le varie denunce di persone scomparse negli ultimi mesi.

Dodicenne sulle strisce travolto da un camion a Sesto San Giovanni: è grave
Dodicenne sulle strisce travolto da un camion a Sesto San Giovanni: è grave
Treni in ritardo, cancellazioni e disagi: cos'è successo nelle stazioni tra Monza e Sesto San Giovanni
Treni in ritardo, cancellazioni e disagi: cos'è successo nelle stazioni tra Monza e Sesto San Giovanni
Cosa si sa sul padre della bimba di 16 mesi morta perché abbandonata in casa dalla madre
Cosa si sa sul padre della bimba di 16 mesi morta perché abbandonata in casa dalla madre
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni