22 Settembre 2021
12:25

Inizia l’autunno: dove raccogliere le castagne in Lombardia

Autunno, tempo di castagne. In Lombardia sono tanti i castagneti dove poter raccogliere i caratteristici frutti autunnali, il cui odore riempie le strade di paesi e città. Dal Varesotto ai boschi del Comasco, dall’Alta Brianza alla Valtellina: ecco una piccola guida ai posti dove poter raccogliere le castagne.
A cura di Francesco Loiacono

L'autunno è arrivato, con le sue suggestioni, i suoi colori e anche i suoi frutti. Tra questi ultimi impossibile non citare le castagne, che evocano sia immagini dei boschi, sia l'odore delle caldarroste vendute nei banchetti o dai camioncini lungo le strade. Un'attività piuttosto diffusa in Lombardia, e che può essere un bel diversivo per single e famiglie nei weekend autunnali, è proprio la raccolta delle castagne. Sono tanti i posti della regione ricoperti da boschi di castagni, che in questa stagione lasciano cadere al suolo i caratteristici ricci che custodiscono le castagne. Vediamo dunque dove si può andare per raccogliere le castagne in Lombardia, fermo restando che sicuramente vi saranno tanti altri posti conosciuti dagli amanti delle castagne.

Il parco di Montevecchia in Alta Brianza

Tra le province di Lecco e di Monza, in Alta Brianza, merita di essere citato il parco regionale di Montevecchia e della Valle del Curone. Montevecchia è un bel borgo in cima a una collina, a quasi 500 metri di altezza, con un santuario in posizione dominante da cui si può ammirare uno splendido panorama che spazia dalle Alpi ai grattacieli di Milano. Nella zona sono presenti diversi sentieri che si snodano tra castagneti. Un'avvertenza: i castagneti non si trovano in alto sul borgo di Montevecchia, dove l'accesso tra l'altro è interdetto alle auto durante i weekend. Ricordatevelo se volete visitare il borgo.

I boschi di Azzate in provincia di Varese

Tanti i luoghi in cui raccogliere castagne anche in provincia di Varese. Segnaliamo in particolare i boschi vicino ad Azzate, attorno al lago di Varese. La piana di Vegonno è uno dei luoghi in cui potersi addentrare nei castagneti e raccogliere meravigliose castagne, ma non mancano altri posti, come il bosco di Brinzio, da dove parte un sentiero poco impegnativo che porta fino alla cima del Monte Martica.

Raccogliere le castagne in montagna

Ci sono molti luoghi dove poter unire l'esperienza di una gita in montagna alla raccolta delle castagne, e non solo. Tanti castagneti sono presenti in Vallassina, nel Triangolo Lariano sui Corni di Canzo e anche in Bassa Valtellina: non serve andare troppo in alto, basta fermarsi dalle parti di Morbegno (in località Albaredo), in provincia di Sondrio, che tra l'altro merita una visita per le sue cantine e per il bitto, il tradizionale formaggio. In Valchiavenna, a Teglio alla raccolta e alla degustazione delle castagne si possono unire i tradizionali pizzoccheri. E ancora castagneti sono presenti sopra i monti di Lecco, come il monte Generoso.

I boschi del Comasco

In provincia di Como si trovano i boschi della Val d'Intelvi, a San Fedele d’Intelvi e Casasco Intelvi, tra il lago di Como e la Svizzera. E sempre sui monti che dominano l'Alto lago si trovano castagneti secolari, come quelli che accompagnano i visitatori lungo la strada che porta al rifugio Dalco: si trova nel comune di Montemezzo a mille metri di quota, e dalla cima si gode di un panorama mozzafiato sul lago.

Il parco pineta ad Appiano Gentile

Tra le province di Varese e Como sorge il Parco Pineta, un bosco di oltre 48oo ettari che tocca i territori di 15 comuni ed è attraversato da 60 chilometri di sentieri. Non ci sono solo castagneti ma tante altre varietà di alberi e soprattutto molti animali: soprattutto lepri, volpi, ghiri oltre a tanti uccelli. A questo link alcuni indirizzi dei tanti accessi del parco.

I castagneti in provincia di Brescia e Bergamo

Anche le province di Brescia e Bergamo sono ricchi di castagneti, dove poter fare incetta dei frutti autunnali. Da Albenza, una frazione di Almenno San Bartolomeo, alla zona di Marone, vicino al lago d'Iseo. Un itinerario che si snoda tra castagneti e prati è anche quello che parte da Montecchio, frazione di Darfo Boario Terme sulle sponde del fiume Oglio, e raggiunge il borgo di Fucine, altra frazione del comune bresciano.

Quanto costa mangiare al ristorante Il Luogo di Aimo e Nadia a Milano: menù e prezzi
Quanto costa mangiare al ristorante Il Luogo di Aimo e Nadia a Milano: menù e prezzi
Covid: in Lombardia ricoveri in salita, i reparti potrebbero andare sotto stress da gennaio
Covid: in Lombardia ricoveri in salita, i reparti potrebbero andare sotto stress da gennaio
Da oggi si può richiedere il bonus terme: dove utilizzarlo in Lombardia e quando scade
Da oggi si può richiedere il bonus terme: dove utilizzarlo in Lombardia e quando scade
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni