14 Febbraio 2022
13:55

Incendio nelle case Aler a Milano: “Neanche un progetto sull’area, solo chiacchiere e slogan elettorali”

In via Bolla a Milano è esploso un incendio in un condominio Aler. Per il momento non sono ancora chiare le cause del rogo. Secondo il vicepresidente del Municipio 8, Fabio Galesi, potrebbe trattarsi di un cortocircuito “provenienti dalle cantine, tra allacci abusivi e spazzatura”.
A cura di Ilaria Quattrone
L’incendio in via Bolla (Fonte: Fabio Galesi)
L’incendio in via Bolla (Fonte: Fabio Galesi)

Ancora una storia di degrado nei complessi Aler a Milano: nella serata di ieri, domenica 13 febbraio, in via Bolla è esploso un incendio in un condominio. Fortunatamente non si sono registrati feriti. Per il momento non sono ancora chiare le cause del rogo. Non è stato stabilito se si sia trattato di un guasto o una responsabilità terza. Secondo il consigliere e vicepresidente del Municipio 8, Fabio Galesi, potrebbe trattarsi di un cortocircuito "provenienti dalle cantine, tra allacci abusivi e spazzatura".

Galesi: Da dieci anni continuano con le promesse di riqualificazione

L'esponente del Partito democratico sottolinea come sulla questione Aler vi sia scarso interesse e mancanza di una visione progettuale da parte di Regione e Aler: "Da dieci anni continuano con le promesse di riqualificazione, ma senza nessun risultato a oggi. Neanche un progetto preliminare sull'area. Solo chiacchiere e slogan elettorali". Secondo l'assessore alla Casa al centro destra lombardo "fa comodo mantenere situazioni del genere nei quartieri popolari". Galesi spiega che già nel 2015 era stato depositato un esposto in Procura proprio per le condizioni in cui versava l'edificio: "Occupazioni abusive, racket, allacci abusivi, bombole del gas, rifiuti, materiale incendiario e palazzo privo di sicurezza e prevenzione incendi".

Di Marco (M5s): Ultimo esempio dell'immobilismo dell'Azienda lombarda

Sul caso si è espresso anche il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Lombardia, Nicola Di Marco, sull’incendio nella case Aler di via Bolla, a Milano. Il consigliere è da sempre attento sulla questione Aler: “Quante altre situazioni del genere dovranno accadere prima che Regione e Aler si impegnino a intervenire per contrastare il degrado negli stabili Aler? Il corto circuito avvenuto in via Bolla è solo l’ultimo esempio dell’immobilismo dell’Azienda Lombarda".

Rozza (Pd): Non si può continuare a ignorare soluzioni inefficaci

Sulla questione è intervenuta anche la consigliera regionale del Pd, Carmela Rozza: "Non si può continuare a ignorare o proporre soluzioni  inefficaci e non conclusive alle condizioni di insostenibile degrado. Vanno trasferiti gli inquilini dei civici 38, 40  e 42, che oltre tutto pagano un affitto di circa 500 euro per alloggi a dir poco indecenti, abbattuti  gli edifici e poi ricostruiti.  Come del resto prevedeva una mozione approvata in consiglio nel 2018 ma a cui non è mai stato dato seguito".

Il sindaco Beppe Sala:
Il sindaco Beppe Sala: "Arriverà il freddo a Milano, ma usate il riscaldamento con moderazione"
Area B a Milano, da quando sono entrati in vigore i divieti sono aumentate le auto in circolazione
Area B a Milano, da quando sono entrati in vigore i divieti sono aumentate le auto in circolazione
Area C Milano: orari, mappa, costi e divieti 2022
Area C Milano: orari, mappa, costi e divieti 2022
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni