3.105 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Omicidio di Giulia Tramontano

“Ho litigato con il mio compagno, sono turbata”: l’ultimo messaggio di Giulia Tramontano prima di sparire

Giulia Tramontano, la 29enne scomparsa da Senago (Milano) sabato 27 maggio, ha litigato con il fidanzato prima di sparire nel nulla: alla madre e a un’amica avrebbe detto di essere turbata. Secondo il cugino, aveva scoperto un tradimento.
3.105 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

I carabinieri di Senago, in provincia di Milano, stanno indagando sulla scomparsa di Giulia Tramontano, un agente immobiliare di 29 anni al settimo mese di gravidanza. Non si hanno più informazioni su di lei da sabato 27 maggio, quando avrebbe scritto un messaggio a un amica dicendole di aver litigato con il compagno e di essere "molto scossa" per questo. Secondo quanto ha, infatti, riferito il cugin odella ragazza a Fanpage.it potrebbe aver addirittura scoperto un tradimento.

L'ultimo messaggio di Giulia Tramontano

L'ultimo contatto con la madre, Giulia Tramontano lo avrebbe avuto intorno alle 21.50 di sabato e – a quanto racconta il cugino Vincendo a Fanpage.it – "era molto scossa, a quanto pare aveva scoperto di una relazione parallela del fidanzato".

Una circostanza che sembrerebbe confermata anche da un altro messaggio, inviato dalla ragazza a un'amica tramite Whatsapp intorno alle 21,30. "Sono un po’ turbata, ma ora vado a dormire", le avrebbe scritto confidandole di aver avuto un litigio con il compagno.

Da quel momento si sono totalmente perse le sue tracce: non si sa Giulia Tramontano che fine abbia fatto e il suo telefono cellulare risulta spento. Non si sa com'è vestita, perché nessuno l'ha vista uscire di casa e non ha preso l'auto. Ma potrebbe avere con sé soldi e documenti, compreso il passaporto.

Le indagini dei Carabinieri

A denunciare la scomparsa della donna, che è al settimo mese di gravidanza, è stato proprio il compagno, che ha avvertito i carabinieri e la famiglia di lei, ancora residente a Sant’Antimo, in provincia di Napoli. I genitori si sono precipitati a Milano insieme alla sorella Chiara, che racconta: "È una ragazza tranquilla, non avrebbe mai accettato un passaggio da sconosciuti".

Immagine

Per questo la famiglia teme che possa esserle accaduto qualcosa di brutto e, intanto, hanno diffuso tramite l'associazione Penelope tutte le informazioni per renderla facilmente riconoscibile da chiunque dovesse incontrarla: è alta 1,68 cm, pesa 68 kg, ha i capelli chiari e lunghi. E, come detto, è in evidente stato di gravidanza.

3.105 CONDIVISIONI
252 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views