Dieci persone sono state multate a Cantello, in provincia di Varese, per violazione delle norme anti Covid-19. Sono state sorprese dalla guardia di finanza di Gaggiolo nei boschi, mentre erano intenti a partecipare a una grigliata organizzata per festeggiare il compleanno di uno di loro. I dieci probabilmente pensavano che il luogo ameno scelto per la festa li avrebbe messi al riparo da eventuali controlli, ma così non è stato. I militari delle Fiamme gialle hanno notato l'insolito e vietato assembramento e hanno proceduto all'identificazione dei presenti, risultati essere persone di età compresa tra i 33 e i 60 anni, alcuni dei quali provenienti da comuni e province diverse. Tutti sono dunque stati multati: al di là del divieto di assembramenti, hanno infatti violato il divieto di uscire di casa se non per comprovati motivi e il divieto di recarsi in comuni diversi.

Un'altra festa abusiva scoperta nel centro di Milano

Come accaduto anche nelle altre settimane di zona rossa, che in Lombardia è destinata a terminare lunedì 12 aprile, non è la prima volta che le forze dell'ordine intervengono per porre fine a feste abusive. Nella notte tra ieri e oggi, nel pieno centro di Milano, l'ultimo episodio analogo: i carabinieri sono intervenuti in piazza Santo Stefano, dove 14 studenti universitari si erano ritrovati in un bed and breakfast di lusso, affittato per l'occasione, per organizzare una gesta. Anche in questo caso tutti i presenti sono stati identificati e dovranno pagare una multa di quattrocento euro. Il divieto di feste in casa e assembramenti proseguirà anche in zona arancione: ma è probabile che le feste abusive non si fermeranno.