Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Sono 12 i positivi rintracciati nella scuola dell'infanzia di via Lope de Vega a Milano. Un numero di casi che ha portato alcuni sindacati a chiedere al Comune di Milano di chiudere la scuola: "Il mancato isolamento di alcune educatrici sintomatiche la scorsa settimana e la mancata effettuazione di uno screening con tamponi a tutte le educatrici presenti, ha provocato – scrivono Stefano Mansi di Rsu e Gianluca Cangini di Rls in una nota stampa – il contagio di ben 8 educatrici tra cui 2 risulterebbero ricoverate in ospedale. Chiediamo quindi la chiusura della struttura e comunicare ai dipendenti e alle famiglie di procedere con i tamponi".

Il Comune: "Ats non ha disposto chiusura della scuola"

La richiesta ha trovato però risposta dallo stesso comune che specifica che nella scuola di infanzia sono stati trovati 12 positivi in quattro sezioni (una primavera e tre dell'infanzia): "La segnalazione è stata tempestiva. Il nido, che si trova in una struttura separata dalla scuola dell'infanzia dove solo una sezione è in quarantena, non è al momento oggetto di provvedimento di chiusura da parte dell'Ats". La scuola d'infanzia infatti risulta al momento chiusa, ma per mancanza di personale. Il Comune, relativamente all'accusa dei sindacati di non aver modificato il rapporto numerico bambini/insegnanti e di aver consentito nuovi ingressi di bambini, sostiene inoltre di aver rispettato il protocollo stabilito dall'autorità sanitaria: "La sua rigida applicazione ha consentito di far continuare il servizio nelle oltre 300 strutture di proprietà comunale". Al momento nelle scuole comunali di Milano sono 21 le sezioni chiuse su disposizione di Ats con un totale di 43 positivi: 24 bambini, 18 educatori e un operatore di segreteria.