Un uomo di 51 anni è stato arrestato dai carabinieri di Darfo Boario Terme per essere stato sorpreso con 105 grammi di cocaina in tasca. Davanti all'udienza di convalida, è scoppiato in lacrime davanti al giudice spiegando che era la sua scorta per l'anno e che non aveva intenzione di spacciarla. L'arresto è stato convalidato, il 51enne è adesso sottoposto all'obbligo di firma. L'episodio risale a sabato sera: i carabinieri stavano facendo dei posti di blocco per i consueti servizi di controllo sul territorio, quando hanno visto l'uomo procedere verso di loro con la sua auto. Hanno deciso di fermarlo e chiedergli i documenti. Ma quando il 51enne ha visto l'alt, non ha fermato la corsa della vettura, ma ha provato a fuggire.

Sorpreso con 105 grammi di coca: disposto l'obbligo di firma

Il 51enne è stato fermato dai carabinieri dopo poche decine di metri, non è riuscito a scappare troppo lontano. Data la manovra e controllato che l'uomo aveva dei precedenti penali a carico, i militari hanno deciso di perquisirlo per capire come mai avesse deciso di fuggire alla loro vista. Dalla tasca del 51enne è spuntato un involucro con dentro 105 grammi di cocaina, per un valore totale di 8mila euro. Arrestato, è stato accusato di detenzione di droga e sottoposto a processo per direttissima. Durante l'udienza è scoppiato a piangere di fronte al giudice, dicendo che la cocaina era strettamente per uso personale e che non sarebbe stata immessa nelle piazze di spaccio del comune. Il giudice ha convalidato l'arresto, ma ne ha disposto la scarcerazione, con l'obbligo di presentarsi a firmare di fronte alle forze dell'ordine.