Mattia Valsecchi, il ragazzo trovato morto (Fonte: Facebook)
in foto: Mattia Valsecchi, il ragazzo trovato morto (Fonte: Facebook)

È di Mattia Valsecchi il corpo trovato, nel primo pomeriggio di ieri sabato 20 febbraio, lungo i binari della stazione di Sala al Barro, frazione di Galbiate in provincia di Lecco. Da alcuni giorni, il 25enne risultava disperso e il padre – dopo aver allertato le forze dell'ordine – ha lanciato diversi appelli alla sua comunità nella speranza di poter trovare presto il figlio.

Si cerca di capire cosa abbia provocato la morte di Mattia

Il corpo è stato visto da un macchinista, che stava guidando un treno diretto a Milano, intorno alle 14. Subito dopo è stato lanciato l'allarme e sul posto sono intervenuti i volontari di Lecco Soccorso, un'automedica e gli agenti della Polizia Ferroviaria del compartimento di Milano. I sanitari non hanno però potuto far altro che constarne il decesso. Adesso le forze dell'ordine stanno cercando di ricostruire quanto successo provando a capire cosa abbia provocato la morte di Mattia. Non è infatti chiaro se sia stato travolto da un treno o stroncato da un malore considerato che il 25enne sembrerebbe aver sofferto in passato di problemi di salute. Ieri, la circolazione ferroviaria sulla linea Lecco-Molteno-Monza-Milano è stata interrotta per consentire ai soccorsi di effettuare le attività di recupero del corpo.

Il post di ringraziamento del padre

L'ultima volta Mattia era stato visto martedì scorso e proprio vicino alla stazione dove poi è stato trovato il suo corpo. Il padre del giovane sui social ha scritto: "Ringrazio tutti  per la solidarietà, vorrei abbracciarvi tutti. Volevo comunicarvi che purtroppo Mattia se ne è andato e che mi sento orgoglioso di far parte di questa comunità sempre pronta a spendersi anche per degli sconosciuti".