L'hanno beccata a vendere della droga a una donna che aveva con sé un neonato in carrozzina: nel pomeriggio di mercoledì 5 maggio i carabinieri della compagnia di Breno hanno arrestato una donna di 38 anni trovata a vendere una dose di cocaina a una coetanea a Darfo Boario Terme, in provincia di Brescia.

I militari hanno assistito allo scambio tra le due

Stando a una nota stampa, i militari stavano svolgendo un servizio perlustrativo in zona quando hanno notato una donna, che si trovava sulla sua auto, alla quale si era avvicinata un'altra donna con al seguito il figlio di pochi mesi nel passeggino. I carabinieri hanno visto la 38enne estrarre dei soldi dalle tasche e consegnarli all'altra donna che le avrebbe poi dato una dose di cocaina. I militari sono quindi intervenuti e hanno eseguito una perquisizione: nelle tasche della pusher sono stati trovati quaranta euro, che le erano appena stati dati dalla mamma, e altri 25 grammi di cocaina che aveva nascosti nel reggiseno.

La donna rimessa in libertà in attesa del processo

La donna ha confessato ai carabinieri di aver iniziato a spacciare perché, a causa della pandemia, avrebbe perso il lavoro. L'altra donna invece si sarebbe difesa dicendo che lo stupefacente che aveva acquistato sarebbe dovuta andare a una terza persona. La 38enne è stata quindi arrestata e ha trascorso la notte in camera di sicurezza a Breno. Dopo aver ammesso le sue colpe davanti al Giudice è stata rimessa in libertà in attesa del processo.

Milano, spacciava droga mentre la figlia di cinque anni lo aspettava in macchina

L'episodio ricorda quanto avvenuto meno di un mese fa a Milano: un uomo è stato trovato a spacciare della droga mentre la figlia di cinque anni lo aspettava in macchina. A trovarlo è stata la polizia di Milano e, mentre gli agenti lo inseguivano altri tentavano di distrarre la bambina che cercava disperatamente il padre. L'uomo è stato poi arrestato con l'accusa di spaccio e abbandono di minore.