Aveva installato una microcamera dentro la mascherina per mostrare, illegalmente, le domande del test della patente ad un complice che simultaneamente gli suggeriva le risposte, ma qualcosa è andato storto. Un uomo di origini albanesi è stato denunciato dai carabinieri di Cremona.

Telecamera nella mascherina per comunicare con il complice

Tutto è accaduto nei giorni scorsi presso la Motorizzazione del capoluogo di provincia quando, accortisi che qualcosa non andava, gli esaminatori per il test di teoria per la patente hanno scoperto il marchingegno utilizzato dall'esaminato. In pratica, l'uomo aveva messo la telecamerina dentro alla mascherina collegata al cellulare sotto ai vestiti. In questo modo il complice, che si trovava lontano dalla sede dell'esame, poteva vedere in diretta le domande a cui il compagno doveva rispondere, suggerendogli le risposte corrette. Una volta scoperto, gli esaminatori hanno interrotto l'esame allertando i carabinieri che sono arrivati alla Motorizzazione identificandolo e denunciandolo. L'uomo è stato quindi estromesso dall'esame mentre gli altri presenti hanno potuto continuare recuperando il tempo perduto per l'intervento dei militari.

Decine di multe per feste clandestine e apertivi in strada

Nei giorni scorsi le forze dell'ordine hanno staccato decine di multe a Milano e nella sua provincia a causa delle violazioni delle norme anti Covid. Secondo quanto riportato da polizia e carabinieri, le sanzioni sono scattate per feste di compleanno clandestine, aperitivi in strada, clienti trovati all'interno di ristoranti apparentemente chiusi e in case private.