In Lombardia sono stati registrati 2.431 nuovi contagi di Coronavirus su 47.103 tamponi effettuati. A certificarlo il bollettino di venerdì 16 aprile 2021 sulla diffusione del Coronavirus. Contagi in calo rispetto a ieri, quando erano stati rilevati 2.722 casi su 52.293 tamponi realizzati. In totale sono stati effettuati 8.872.725 tamponi dall'inizio della pandemia. Continua il calo del numero di ricoverati in reparti ordinari così come quello di terapia intensiva e aumenta il numero dei decessi registrati in una giornata: sono 87 i morti registrati oggi, ieri erano stati 65. In totale sono 32.146 i decessi ufficiali per Covid in Lombardia dall'inizio della pandemia.

La situazione negli ospedali lombardi

La situazione negli ospedali lombardi continua a mostrare miglioramenti: sono 5.131 i pazienti ricoverati nei reparti ordinari di Covid, contro i 5.387 di ieri, con un calo di 256 unità. Nelle terapie intensive sono 728 i degenti: dato in diminuzione rispetto a ieri, quando se ne contavano 739 (meno 11). Procede spedito il processo di guarigione per tanti altri pazienti: in totale i guariti/dimessi da inizio pandemia ammontano a 677.650 cittadini.

I contagi nelle province lombarde

Di seguito la situazione nelle province lombarde, con la suddivisione per aree di competenza dei contagi rilevati nelle ultime 24 ore. Secondo quanto comunicato, sono 791 i casi individuati nella provincia di Milano, di cui 302 a Milano città, 144 in quella di Como e 289 in quella di Monza e Brianza. Nella provincia di Bergamo sono 210 i nuovi positivi, mentre in quella di Brescia se ne contano 300. A Varese sono stati trovati altri 105 cittadini contagiati dal virus, nel Mantovano 133 e in provincia di Pavia 131. Nel Lodigiano sono 38, in provincia di Sondrio 52 e in quella di Cremona 67. A Lecco ne sono stati segnalati 94.

Oggi il monitoraggio dell'Iss, Lombardia resta in zona arancione

È atteso per oggi il consueto monitoraggio dell'Istituto Superiore di Sanità che valuterà l'andamento dell'epidemia da Covid-19 in Italia e in Lombardia. A causa del dl di aprile del Governo Draghi, la regione non potrà passare in zona gialla almeno fino a maggio (nonostante abbia dati compatibili). Al contrario, può tornare in zona rossa. Tuttavia, questa ipotesi è remota in quanto i dati lombardi continuano a migliorare. Per questo motivo, è quasi certo che la Lombardia resterà un'altra settimana in zona arancione.