Il bollettino di martedì 1 dicembre, con gli aggiornamenti sulla diffusione del Coronavirus in Lombardia. Stando a quanto comunicato da Regione Lombardia, i nuovi casi positivi sono 4.048 su 34.811 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore: la percentuale tra tamponi effettuati e positività riscontrate è dell'11,6 per cento. Ieri il dato era stato di 1.929 nuovi contagi su 16.987 tamponi. In totale dall'inizio della pandemia in Lombardia sono stati eseguiti 4.107.489 tamponi. Ancora alto il dato giornaliero sui decessi: sono stati 249 nelle ultime 24 ore (ieri erano stati 208), per un totale dall'inizio della pandemia di 22.104 morti ufficiali nella sola Lombardia.

La situazione negli ospedali lombardi

I dati relativi a ricoveri in ospedale e in terapia intensiva, utili per monitorare l'andamento dell'epidemia, descrivono una situazione più stabile rispetto alle scorse settimane. Nelle ultime 24 ore il numero dei ricoveri in ospedale è diminuito di 91 unità, portando il totale a 7.342 (ieri erano 7.433). In calo anche i ricoveri nei reparti di terapia intensiva: 30 in meno nelle ultime 24 ore (ieri il saldo tra nuovi ingressi e dimissioni era di un ricovero in meno), per un totale di 876. Continua a crescere il numero dei guariti/dimessi, ora arrivato a 268.702: sono 8.174 le persone che sono riuscite a superare la malattia nelle ultime 24 ore.

Il contagio nelle province

Per quanto riguarda le province lombarde, sono 885 i nuovi contagi di Coronavirus registrati in provincia di Milano, di cui 342 in città. Sono 212 i nuovi positivi nella provincia di Monza e Brianza, 1.036 in quella di Varese che diventa di fatto la più colpita per numero di nuovi contagi, 159 in provincia di Brescia, 893 in quella di Como e 230 in provincia di Pavia. La provincia di Bergamo ha registrato 129 nuovi contagi, mentre sono 108 quelli a Lecco, 111 nella provincia di Lodi, 41 in quella di Cremona, 41 nella provincia di Sondrio e infine 126 a Mantova.

Il piano regionale per il vaccino anti Covid

L’assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera, ha presentato di fronte al Consiglio regionale il piano per l’arrivo dei vaccini contro il Covid-19. Il target individuato per le prime iniezioni è di circa 260mila persone, tra sanitari del pubblico e del privato e ospiti delle Rsa. La distribuzione sarà svolta nelle sedi principali delle aziende sanitarie e Ircss pubblici. Con le successive dosi in arrivo sarà possibile svolgere una campagna di massa anche con drive-through per il resto delle popolazione. Avviata una gara per 90 freezer per la conservazione