Record di contagi in Lombardia nella giornata di oggi, mercoledì 21 ottobre, stando alle prime indiscrezioni sui dati relativi all'emergenza Coronavirus in Lombardia. Stando al bollettino diffuso da Regione Lombardia, nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 4.125 nuovi contagi da Covid-19 su 36.416 tamponi effettuati. Più che raddoppiato il dato di ieri, che era di 2.023 positivi su quasi 22mila tamponi. In provincia di Milano i nuovi positivi sono 1.858 (ieri erano stati 1.054).

I dati del bollettino della Lombardia

Per quanto riguarda i decessi, da ieri sono stati registrati 20 morti (ieri erano 19). Da febbraio, stando ai dati ufficiali, sono 17.123 i cittadini deceduti ufficialmente per Covid-19 nella sola Lombardia. In totale nella regione sono stati effettuati 2.575.003 tamponi da inizio pandemia.

Continua a salire a ritmi preoccupanti il numero dei pazienti ricoverati in ospedale e in terapia intensiva. Con l'aumentare dei contagi aumentano infatti cresce anche la pressione sugli ospedali della rete regionale. Nelle ultime 24 ore il numero dei degenti è salito complessivamente di 253 unità, portando il totale a 1.521 (ieri erano 1.268). I pazienti assistiti in terapia intensiva salgono a 134, da ieri aumentati di 11 unità. Cresce anche il numero dei guariti, ora arrivato a 87.591. In isolamento domiciliare risultano 28.235 persone.

I contagi provincia per provincia

I dati più allarmanti arrivano ancora una volta da Milano, che resta la provincia più colpita con 1.858 contagi, dei quali 753 solo a Milano città. Situazione critica anche nella provincia di Monza e Brianza, con 671 positivi, e in quella di Varese, dove i nuovi casi sono 287. I nuovi contagi nella provincia di Pavia sono 242. In provincia di Bergamo sono stati segnalati 112 nuovi casi positivi, mentre in quella di Brescia sono 196. Nella provincia di Como si registrano 263 nuove positività, mentre in quella di Cremona sono 97 Nel Lodigiano sono stati rilevati 52 casi, nel Lecchese 52 e nel Mantovano 41. Sono 31 i casi invece in provincia di Sondrio.

A marzo picco di 3.251, ma oggi si fanno molti più tamponi

Nel mese di marzo il picco era stato di 3251 positivi. Rispetto alla scorsa primavera, però, oggi il numero di tamponi processati è molto più alto. Quasi quadruplicata la capacità del sistema regionale di testare i casi sospetti.

Gallera tenta di rassicurare: In Lombardia non ci sono problemi

"Siamo in grado di gestire l'emergenza, in Lombardia non ci sono problemi", garantisce l'assessore al Welfare Giulio Gallera in un'intervista a Repubblica nella quale ribadisce che le dosi dei vaccini antinfluenzali ci sono (quasi tre milioni) e sottolinea come il mancato raddoppiamento delle terapie intensive dipenda dal commissario Arcuri e non dalla Giunta, che ha trovato l'accordo con il Governo già lo scorso luglio.

Ufficiale il coprifuoco dalle 23 alle 5 di mattina

Da domani intanto scatta il coprifuoco in Lombardia dalle 23 alle 5 di mattina. Dopo l’apertura del ministro della Salute Roberto Speranza, è infatti anche arrivato l’ok del Governo Conte alla richiesta della Regione Lombardia e dei sindaci per la chiusura nelle ore notturne. La Regione ha chiesto anche di chiudere i centri commerciali nelle giornate di sabato e domenica.