(LaPresse)
in foto: (LaPresse)

È un Vittorio Sgarbi scatenato quello che si presenta nelle vesti di candidato sindaco a Roma per sfidare la prima cittadina uscente Virginia Raggi. E, dopo l'annuncio per la sua corsa al Campidoglio con la lista "Rinascimento con Sgarbi", ha rivelato di avere grandi piani anche per le città di Milano e Napoli. A tal proposito, parlando a "Un giorno da pecora" su Rai Radio1, il critico d'arte ha detto di aver chiesto al cantante Morgan di scegliere una delle due metropoli per candidarsi a suo sindaco. "Gliel'ho detto ieri", ha spiegato Sgarbi, aggiunge di essere "intenzionato a candidare a Milano Morgan. Gli ho chiesto se preferiva Milano o Napoli e lui mi ha detto che preferirebbe Milano".

Nel 2016 Sgarbi aveva annunciato la sua candidatura a sindaco contro Sala e Parisi

Non è la prima volta che il nome di Sgarbi, direttamente o indirettamente, viene accostato alla guida amministrativa di Milano. Già nel 2016 il critico d'arte aveva annunciato di aver deciso di candidarsi a primo cittadino del capoluogo di regione lombardo con un post su Facebook. Per l'occasione, Sgarbi aveva dichiarato di volerlo fare con il Pdr, il Partito della rivoluzione, con cui avrebbe organizzato "un'assemblea pubblica" con i suoi sostenitori. All'annuncio, Sgarbi aveva preceduto alcune classiche promesse elettorali, alcune delle quali molto discusse come quella di includere nella sua Giunta Ruby Rubacuori, al secolo Karma El Mahroug, la presunta nipote di Gheddafi implicata nei processi contro Silvio Berlusconi, alle Pari opportunità, e Efe Bal, transessuale diventata famosa per le sue ospitate in televisione, al Lavoro. Alla fine, il critico d'arte non corse per Palazzo Marino alle elezioni in cui vinse l'attuale sindaco di Milano Beppe Sala dopo l'esperienza da amministratore unico di Expo.