Si trovava con un amico sullo storico ponte pedonale in ferro battuto sul naviglio Martesana a Milano, all'incrocio con via Melchiorre Gioia, quando la balaustra ha ceduto di schianto. È morto poco dopo l'arrivo al pronto soccorso l'uomo di 40 anni caduto ieri sera dalla passerella.

Cede balaustra sulla Martesana: morto il 40enne Andrea Elifani

Andrea Elifani, 40 anni, è precipitato da circa tre metri di altezza, battendo la testa e riportando ferite che si sono rivelate fatali. Da subito le sue condizioni erano apparse gravissime. All'arrivo dei soccorritori del 118 era già privo di sensi. I tentativi di stabilizzarlo prima del trasporto d'urgenza all'ospedale Niguarda sono risultati vani. È entrato in coma in pronto soccorso ed è morto poco dopo.

Il tragico incidente è destinato a sollevare polemiche perché su quel ponte –  chiamato “el Pont del Pan Fiss” e tra i luoghi della vecchia Milano rimasti vivi nella zona, insieme alla vicina Cassina de' Pomm – passano normalmente centinaia di persone e molte famiglie con bambini che si fermano per osservare la chiusa. Bisogna capire come si sia potuto verificare un simile cedimento.

Sala: Notizia ci lascia sgomenti, accerteremo cosa è successo

"La notizia dell'incidente in cui ha perso la vita Andrea Elifani lascia tutti noi sgomenti. Ai suoi familiari rivolgo le mie più sentite condoglianze", ha commentato il sindaco Giuseppe Sala. "Saranno accertate le dinamiche di questo triste accadimento, nel ricordo di Andrea e nel rispetto della sua famiglia e di tutti i milanesi. E faremo tutto ciò che è nelle nostre possibilità affinché certi eventi tragici non accadano mai più".

Indagini in corso sulla solidità della struttura

Gli agenti della polizia locale hanno chiuso il passaggio. Stando alle prime informazioni pare che la passatoia di una delle scale fosse arrugginita e pericolante. Il crollo sarebbe stato improvviso, tanto che la vittima, colta di sorpresa, non avrebbe avuto nemmeno il tempo di proteggersi con le mani.

Gli investigatori stanno ricostruendo l'esatta dinamica. Non è chiaro se il 40enne si sia appoggiato sulla balaustra. I tecnici dei vigili del fuoco intervenuti hanno definito "potenzialmente pericolose" le condizioni del ponte, secondo quanto riporta l'Ansa. Le indagini si concentreranno proprio sulle perizie tecniche.