La prova generale del food truck di PizzAut (Foto di Valentina Santoro)
in foto: La prova generale del food truck di PizzAut (Foto di Valentina Santoro)

Dopo aver preparato pizze per il Senato, i ragazzi di PizzAut – Nutriamo l'inclusione, progetto di inclusione lavorativa che coinvolge alcuni ragazzi con autismo, arrivano in piazza Monte Citorio, a Roma. Il prossimo 29 luglio, come confermato a Fanpage.it dall'ideatore del progetto, Nico Acampora, il food truck dei ragazzi di PizzAut sfornerà pizze davanti alla Camera dei Deputati. "Saremo assieme ad altre due realtà che si occupano di disabilità: Il Tortellante, che già aveva cucinato con noi in Senato, e Rulli Frulli". Quest'ultima è una band nata nel 2010 da un’idea di Federico Alberghini all’interno della Fondazione Scuola di Musica Carlo e Guglielmo Andreoli a Finale Emilia, che porta avanti un progetto di integrazione in ambito musicale. I ragazzi di Rulli Frulli sono diventati famosi perché hanno suonato per il Papa, che ha dato loro la visibilità che meritavano.

Il food truck allestito in attesa della vera e propria pizzeria di PizzAut

La musica di Rulli Frulli allieterà le orecchie, mentre i palati dei presenti saranno deliziati dalle pietanze preparate dai ragazzi del Tortellante e dalle pizze dei giovani di PizzAut. Il food truck è il modo con cui il progetto sta riuscendo ad andare avanti in questi mesi di post lockdown da Coronavirus: il 2 aprile (gironata mondiale della consapevolezza sull'autismo), infatti, i ragazzi di PizzAut avrebbero dovuto inaugurare la loro pizzeria a Cassina de' Pecchi, nel Milanese, ma le difficoltà legate alla pandemia hanno fatto slittare l'inaugurazione, che forse sarà a settembre. Nel frattempo, però, il progetto prosegue sulla pizzeria itinerante, ribattezzata "PizzAutobus". La prova generale si è tenuta qualche giorno fa, davanti a 50 clienti: i ragazzi, emozionati per essere tornati a lavorare, hanno reagito col consueto entusiasmo e professionalità, dimostrando di essere pronti per andare davanti al Parlamento: "L'obiettivo è di raccontare che è possibile offrire opportunità anche di valore per ragazzi con disabilità – spiega Acampora – e sostenere il progetto di legge presentato dal senatore di Italia Viva Eugenio Comincini sull'inclusione lavorativa delle persone autistiche e con disabilità".