118 CONDIVISIONI
18 Luglio 2022
12:24

Attirato in un boschetto, viene aggredito con spranghe: tenta di scappare e gli sparano

Un uomo di 31 anni è stato aggredito e sparato a un braccio: è successo a Lonate Pozzolo (Varese). Sei persone sono state arrestate.
A cura di Ilaria Quattrone
118 CONDIVISIONI
(Immagine di repertorio)
(Immagine di repertorio)

Lo avrebbero attirato con una trappola e poi armati di pistole e spranghe lo avrebbero aggredito: è questo quando accaduto nel bosco di Lonate Pozzolo, comune in provincia di Varese il 20 agosto 2020. Nella mattinata di oggi, lunedì 18 luglio, sei persone (quattro uomini e due donne) sono state arrestate dai carabinieri della compagnia di Busto Arsizio. Per loro le accuse sono di tentato omicidio e spaccio.

Aggredito con spranghe

In base alle indagini degli inquirenti, è emerso che ad agosto 2o20 un uomo di 31 anni – noto per essere un pusher – sarebbe stato contattato da tre dei sei presunti responsabili. Il trio sarebbe stato interessato a comprare droga. Una volta incontrato nel luogo scelto, lo avrebbero aggredito.

Raggiunto al braccio da un colpo di pistola

Il 31enne sarebbe riuscito a divincolarsi e scappare, ma sarebbe stato raggiunto da un colpo di pistola. Ha infatti riportato una ferita all'avambraccio destro. Dagli accertamenti, è emerso che la spedizione punitiva era stata organizzata per un debito di droga non pagato di circa trentamila euro. Gli investigatori hanno però scoperto che il 31enne non era il vero obiettivo.

Lo scambio di persona

Il destinatario era un altro spacciatore che, pochi giorni dopo, a Cuggiono (Milano) è stato immobilizzato mentre si trovava con la sua compagna: la coppia, alla quale sono stati portati via i cellulari, è stata picchiata e minacciata con un pistola.

Dalle indagini, i carabinieri – insieme alla squadra mobile di Biella – hanno scoperto che tre delle sei persone arrestate avevano creato un traffico di cocaina, eroina e hashish. Questi avrebbero spesso rifornito la coppia aggredita a Cuggiono che, a loro volta, si occupava dello spaccio nell'hinterland milanese e nel Basso Varesotto.

La coppia aveva poi accumulato il debito che, per motivi ancora non chiari, non era riuscita a saldare innescando poi l'aggressione.

118 CONDIVISIONI
Detenuto tenta di scappare mentre è al pronto soccorso
Detenuto tenta di scappare mentre è al pronto soccorso
Aggredisce un passante invalido con calci e pugni: denunciato
Aggredisce un passante invalido con calci e pugni: denunciato
Nicolò, sopravvissuto alla strage familiare di Samarate, torna a casa:
Nicolò, sopravvissuto alla strage familiare di Samarate, torna a casa: "Il padre gli scrive dal carcere"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni