Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Nessun ferito per il forte vento di oggi martedì 6 aprile che ha colpito la Lombardia. Stando a quanto riferiscono i vigili del fuoco, seppur non ci sia nessun ferito o danno importante "le linee telefoniche del comando centrale però sono intasate da questa mattina". Tra i danni ci sono tante tende da sole volate via e molti cartelli della segnaletica stradali caduti per le forti raffiche di vento. Per questo resta alta ancora per tutta la giornata di oggi l'allerta arancione sulla Lombardia, come comunicato anche dalla protezione civile: tutta colpa del transito di una fredda depressione proveniente da Nord con vento in rinforzo via via che si passa sul settore alpino.

Vento a una velocità di 70 chilometri orari

Sin dalle prime ore della giornata il vento non ha lasciato tregua: per oggi martedì 6 aprile sono attese raffiche con una velocità da 70 chilometri orari sui settori occidentali, localmente anche fino a 90 chilometri orari in particolare su Valchiavenna, Prealpi occidentali (Lago Maggiore e Como) e parte più occidentale della pianura al confine con il Piemonte. Mentre raffiche fino a 50 chilometri orari sui settori centro-orientali. Nel pomeriggio non sono esclusi isolati o al più sparsi rovesci tra Prealpi e Pianura.

Attivo il Centro di monitoraggio di Regione Lombardia

Per tutta la giornata in caso di danni e disagi resta operativo il Centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia che proprio ieri ha diramato l’allerta arancione – seppur moderata – per rischio di vento forte dalle ore 6 di oggi, 6 aprile, e fino alle 18. A Milano il comune ha quindi disposto l’estensione del COC, il Centro Operativo Comunale, già attivo per l’emergenza Coronavirus, presso il centro di via Drago dalle ore 6 di domani, 6 aprile.