15 maggio 15:16 Salvini: “Ue non vuole stretta su politica migratoria? Inaccettabile interferenza”

"Dall'Europa ennesima inaccettabile interferenza di non eletti. Noi abbiamo accolto e mantenuto anche troppo, ora è il momento della legalità, della sicurezza e dei respingimenti", ha dichiarato Matteo Salvini commentando le parole dell'Unione europea contraria all'eventuale cambio di politica migratoria da parte dell'Italia.

15 maggio 13:12 L’allarme Ue: “Il nuovo governo deve abbassare debito e deficit e non cambiare politica migratoria”

Inizia questa sera la due giorni di incontri tra i leader europei per arrivare ad un accordo comune per il futuro dell’Unione Europea.

La Commissione Europea è preoccupata e lancia un monito all'Italia: "Indipendentemente dal Governo che ci sarà, l'approccio dovrà essere di riduzione del debito e del deficit, lo stesso di Mattarella che durante durante il processo di formazione del Governo ha enfatizzato la necessità di mantenere gli impegni europei", ha dichiarato il vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis intervistato da Politico.Eu.

"È chiaro che l'approccio alla formazione del nuovo Governo e l'approccio rispetto alla stabilità finanziaria deve essere quello di rimanere nel corso attuale, riducendo gradualmente il deficit e riducendo gradualmente il debito pubblico e Bruxelles è pronta a lavorare con le autorità democraticamente elette degli Stati membri", ha sottolineato il vicepresidente della Commissione Ue.

Nelle raccomandazioni all'Italia, la Commissione chiederà anche di affrontare i "colli di bottiglia" dovuti alla bassa produttività e di continuare a lavorare sui crediti deteriorati delle banche "anche se negli ultimi due anni ci sono stati progressi abbastanza sostanziali nella riduzione" e in vista del Vertice di giugno sul completamento dell'Unione bancaria, Dombrovskis ha inoltre ricordato che "l'Italia con l'attuale governo è stata molto attiva e sostenitrice dell'agenda per riformare l'Unione economica e monetaria".

Infine, il commissario europeo alla Migrazione, Dimitris Avramopoulos, ha invece chiesto al Belpaese di non modificare la politica migratoria finora tentua: "Speriamo che col nuovo governo in Italia non ci siano cambiamenti sulla linea della politica migratoria".

15 maggio 11:19 Brunetta (Fi): “Mattarella dia preincarico a Salvini o si torna al voto in primavera”

Brunetta ha commentato lo stallo istituzionale, dopo i colloqui di eri al Quirinale di Salvini e Di Maio con il Capo dello Stato: "L'incarico deve essere dato a Salvini dal Presidente della Repubblica, con un preincarico, per trovare i voti necessari in Parlamento. Altrimenti sarà necessario un passaggio elettorale magari non subito, magari nella prossima primavera. E' l'unica ipotesi possibile. Lo stanno dimostrando i nostri eroi che non stanno trovando un accordo su nulla e si stanno inventando una forzatura costituzionale su un presidente del Consiglio di passaggio a cui somministrano un programma già scritto e una squadra di ministri già definita. La cosa grida vendetta. Non è accettabile neanche dal punto di vista costituzionale. Dico basta con queste sperimentazione che lascia molto amaro in bocca", lo ha detto il deputato di Forza Italia, ai microfoni di Radio anch'io.

I due leader hanno chiesto altro tempo al presidente della Repubblica, ma non hanno voluto fare nomi né per un eventuale premier né della squadra di ministri, perché in questo momento, hanno spiegato, la priorità è chiudere il contratto di governo. E nel frattempo hanno deciso di consultare le rispettive basi: il M5S tramite la piattaforma Rousseau, la Lega con i gazebo in piazza, da allestire nel finesettimana.