Un'e-mail partita per errore da Pordenone e diretta in Sicilia sta sollevando polemiche e proteste. Protagonista della storia è Erminia Muscolino, 30enne di Ficarazzi (Pa) con in tasca una laurea in biologia e impegnata nello studio per specializzarsi in biotecnologia medica e medicina molecolare. "Prima di terminare un altro corso di alta formazione in ricerca chimica missione Cra che sto seguendo – ha detto la giovane – ho mandato vari curricula in centri in Italia che si occupano di ricerca clinica fra cui uno l'ho spedito in provincia di Pordenone in Fvg, naturalmente essendo disponibile ad andare fuori anche a titolo gratuito, e per sbaglio ho ricevuto una risposta da questa struttura dove c'era scritto: ‘giù ricevuta anche io…. Figurati se andiamo a prendere una da Palermo'. Era una comunicazione interna arrivata a me per errore come ho potuto appurare essendo la mail indirizzata ad un'altra persona ma che faceva riferimenti alla mia richiesta".

Nel leggere la risposta la giovane biologa è andata su tutte le furie. E ha deciso di rendere nota la sua vicenda, ripresa anche dalla Tgr della Rai. "Sono molto amareggiata – ha detto Erminia Muscolino – Ho più volte riletto la mail. Non potevo credere anche ancora oggi ci sia questo tipo di discriminazione”.