La Banca d'Italia ha sospeso le operazioni sui nuovi clienti da parte della succursale italiana di Ing Bank. La decisione riguardante l'istituto del Conto Arancio è stato adottata a seguito di verifiche ispettive condotte dal primo ottobre 2018 al 18 gennaio 2019, dalle quali sono venute alla luce carenze nel rispetto della normativa in materia di antiriciclaggio. La clientela avente già un conto aperto con Ing Bank, precisa Bankitalia, non è toccata dal provvedimento.

Dal canto suo Ing Bank in una nota ha comunicato di essere già fortemente impegnata nel rafforzare il suo complessivo sistema dei controlli antiriciclaggio. L'impegno a realizzare in tempi rapidi un piano di rimedio per affrontare e rimuovere le carenze della succursale italiana permetterà alla Banca d'Italia di verificare che le debolezze sul fronte antiriciclaggio siano pienamente rimosse al fine di poter revocare il provvedimento.

ING, continua l'istituto in una nota, è stata informata da Banca d'Italia in merito ai risultati del report e "analizzerà i risultati dell'ispezione e li approfondirà ulteriormente" con via Nazionale. ING Italia sospenderà quindi le attività di acquisizione di nuovi clienti "durante il periodo necessario per approfondire i
piani di miglioramento con Banca d'Italia".

Già nel settembre del 2018 le autorità avevano multato Ing Bank con una sanzione da 675 milioni di euro in Olanda. La banca aveva ammesso “carenze collettive a tutti i livelli di gestione” e accettato di restituire alle autorità olandesi, che indagavano dallo scorso anno, 100 milioni ottenuti illegittimamente.